Simone Viscardi
No Comments

Pagelle Napoli-Swansea 3-1 : Higuain e i cambi salvano gli azzurri

I gallesi spaventano il Napoli per buona parte di gara. Gli ingressi di Mertens e Hamsik, insieme al portiere e al Pipita salvano Benitez

Pagelle Napoli-Swansea 3-1 : Higuain e i cambi salvano gli azzurri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
L'esultanza del centravanti del Napoli, Gonzalo Higuain

L’esultanza del centravanti del Napoli, Gonzalo Higuain

NAPOLI

Reina 6,5 – Provvidenziale la parata a una manciata di minuti dalla fine che salva vittoria e qualificazione. Sommata agli interventi dell’andata ne fa il protagonista della doppia sfida – Salvatore

Maggio 5 – Partita decisamente sottotono. In ritardo nella diagonale che costa il gol del momentaneo pari, raramente propositivo in avanti salvo che nei minuti finali – Statico

Henrique 5 – Saltato con facilità dagli avanti gallesi, fatica sia sul fisico che sull’atletismo. Appena arrivato, è ancora evidentemente in fase di rodaggio – Piantato

Albiol 6 – Salva un gol sulla riga nelle fasi iniziali del match, rete che avrebbe reso più che in salita la sfida dei suoi. Cala nella ripresa, come del resto tutta la retroguardia – Baluardo

Ghoulam 5 – Come Maggio sull’altra fascia soffre i guizzi degli esterni gallesi per tutta la durata della partita. Male anche sulle palle inattive – Asfaltato

Inler 6 – Il gol che chiude la partita e che spedisce il Napoli agli ottavi è una gemma all’interno di una partita tutto sommato mediocre – Risolutore

Behrami 5,5 – La bilancia palle recuperate/palle perse è decisamente pendente verso le seconde. Sottotono come buona parte dei suoi compagni, meno gladiatore del solito – Demotivato

Insigne 7 – Il gol dell’1 a 0 è una perla di pregevole fattura, un tocco sotto che denota una sensibilità fuori dal comune anche nel sinistro. Spina nel fianco sull’out di sinistra – Vellutato (dal 68′ Mertens Voto 6,5 – In questo momento è indispensabile. Entra e rimette in discesa la partita con l’azione che porta al 2 a 1. Come il Sig. Wolf di Pulp Fiction, risolve problemi – Talismano)

Pandev 5 – Comincia sfornando assist a ripetizione, ma cala improvvisamente sparendo presto dai radar della partita – Desaparecido (dal 59′ Hamsik Voto 6,5 – Come per Mertens, il suo ingresso cambia il volto offensivo del Napoli – Trasformatore)

Callejon 6 – Lo spagnolo sta attraversando un momento di appannamento offensivo, probabilmente dovuto al gran sacrificio a lui richiesto da Benitez. Impegno e corsa sempre elevatissimi – Agonista (dall’83’Britos S.V.)

Higuain 7 – Come la si rigiri, l’uomo chiave è sempre lui. Sponda al bacio per il gol di Insigne, zampata decisiva per il nuovo vantaggio. Vero Top Player – Killer

All. Benitez 6 – Non il miglior Napoli della stagione, ma l’importante in partite come questa è il risultato, non lo spettacolo – Qualificato

SWANSEA

Vorm 6 – Incolpevole sulle reti napoletane – Punito

Tiendalli 6,5 – Soffre il giusto la vivacità di Insigne, ma tiene botta alla grande. Nel finale Reina gli nega il gol del pareggio – Presente

Chico 5 – Ha sulla coscienza sia il primo che il secondo gol partenopeo – Pasticcione

Williams 6 – Partita onesta, senza infamia e senza lode – Sufficiente

Davies 5 – Tiene in gioco Insigne sull’1 a 0, complice di Chico nella “Banda del buco” – Addormentato

Canas 6 – Protagonista in Galles, relegato a comprimario al San Paolo. Tanto lavoro oscuro al servizio della squadra – Coperto

De Guzman 7 – Sempre nel vivo della manovra dei suoi, la sua specialità sono gli inserimenti, e da uno di questi nasce il gol del pari. Non si nega anche in fase difensiva – Totale (dall’81 Pozuelo S.V.)

Emnes 6 – Velocità impressionante ma poco assistita. Buona tecnica, tiene sempre tutti sul chi vive – Mortifero (dal 69′ Taylor Voto 5,5 – Entra per dare copertura, ma soffre dannatamente Mertens – Sovrastato)

Hernandez  6 – Tanto talentuoso quanto egoista, spreca un’ottima occasione non servendo Dyer, e il Napoli ringrazia – Veneziano

Routledge 5 – Grosso passo indietro rispetto all’andata. Mai nel vivo del gioco, esce giustamente – Spento (dal 61′Dyer Voto 5,5 – Fatica ad essere pericoloso come 7 giorni fa, e i compagni non lo aiutano di certo – Spaesato)

Bony  6,5 – Gran fisico e piedi raffinati, sforna un grande assist e lotta come un leone. Gli manca un pizzico di Killer-Instinct – Rifinitore

All. Monk 6,5 – Onestamente, la sua squadra per buona parte di gara meriterebbe pienamente il passaggio del turno. Questa volta ha vinto il più forte, ma non quello che ha giocato meglio – A testa alta

Simone Viscardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *