Connect with us

Football

Rami e Taarabt mettono le ali al Milan: riscatto sempre più vicino

Pubblicato

|

Adel Taarabt

Le ottime prestazioni nelle ultime gare rossonere di Adel Taarabt e Adil Rami, sottolineano la qualità del mercato del Milan nella sessione di gennaio. Si parla di mercato di riparazione a ragion veduta: in difesa c’era bisogno di un punto fisso e che garantisse continuità, mentre in attacco mancava un giocatore con le caratteristiche del marocchino, in grado di saltare l’uomo ma, soprattutto, di avere grande duttilità in tutte e 3 le posizioni dietro la prima punta e di sacrificarsi, a differenza dei suoi compagni di reparto, anche in fase difensiva.

Adil Rami

Rami, il Milan pronto al riscatto

VA ET VIENT – E’ chiaro che è ancora presto per parlare di riscatto, ma se i 2 giocatori continueranno cosi, sia Galliani che Barbara Berlusconi non potranno che essere d’accordo nell’esercitare il diritto di riscatto. Per un francese che entra un altro che esce: infatti, se mai dovesse diventare definitivamente rossonero, Rami andrebbe a prendere il posto del suo connazionale Mexes, già sul piede di partenza, sia per lo stipendio faraonico (4 milioni a stagione), sia perché in questi anni passati al Milan non ha mai convinto (si parla di un interessamento del Monaco di Ranieri).Mexes che è dichiaratamente uno dei migliori amici nello spogliatoio di Taarabt. Arrivato tra lo scetticismo generale (molti ironizzavano sul soprannome “il Cristiano Ronaldo marocchino“), il giocatore in prestito dal QPR ha dimostrato, fin dalla prima partita contro il Napoli, di avere le qualità per rappresentare il futuro del Milan (a dimostrazione del fatto che Seedorf lo abbia fatto esordire da titolare dopo pochi giorni dal suo arrivo a Milanello).

COSTI – Parlando di soldi, il riscatto per entrambi i giocatori è stato fissato a circa 7 milioni a testa. Le voci che girano ultimamente fanno capire come Galliani stia già cercando di trovare soluzioni alternative, magari con uno scambio di giocatori, per ridurre ulteriormente l’esborso economico (nella scorsa sessione di mercato la pedina di scambio per Taarabt era Zaccardo, che rifiutò però il trasferimento in premier).
Lo stesso DS rossonero ha dichiarato, dopo la partita con la Sampdoria vinta per 2 a 0: “Marocco batte Samp due a zero. Ha vinto il Milan di gennaio”, magari anche un chiaro riferimento al fatto che i “soldi erano stati spesi male”. Forse, maliziosamente, se fossero stati comprati a settembre, quando già si accusava al Milan i vari deficit della rosa, i rossoneri starebbero un po’ più su in classifica.

Luca Porfido

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending