Antonio Casu
No Comments

Spolli, Pellè, Tevez ed i rigori a tempo di jazz

Basta una tromba per scatenare le danze!

Spolli, Pellè, Tevez ed i rigori a tempo di jazz
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il lunedì è normalmente una giornata dai ritmi più lenti, lavorare è un po’ più difficile, manca la voglia. È così un po’ per tutti, ma non per gli “sfigati” della nostra rubrica, che hanno deciso oggi di scatenarsi in una danza sfrenata! Lo stile non è importante, la bravura neppure, quello che conta è ballare! Dirige l’orchestra il maestro Tevez, trombettiere a ritmo di jazz. Occhio, perché chi si ferma è perduto!

Urbano Cairo non ha voglia di ballare, che guastafeste!

Urbano Cairo non ha voglia di ballare, che guastafeste!

IL TORO NON BALLA – La prima tappa del Tour è a Torino, ieri teatro del derby cittadino tra Juventus e granata. Protagonista dell’incontro Carlos Tevez, autore del gol che ha deciso la sfida, che ha deciso di festeggiare la rete mimando una tromba. Mai l’avesse fatto! All’improvviso lo Stadium è diventato una pista da ballo, tutti a danzare… compresi gli arbitri! Presi dal ritmo scatenato dall’Apache, hanno ballato su irresistibili note jazz, arrivando a dimenticare il perché fossero lì! Ed è così che il direttore di gara Rizzoli si è trovato a non vedere un rigore netto provocato da Pirlo su El Kaddouri, e il suo giudice di porta, a pochi metri dalla scena del crimine, anch’esso preso dalla danza, non ha segnalato il fallo. Urbano Cairo, insoddisfatto dall’accaduto, si è lamentato a fine gara. Si è sentito… penalizzato! Povero presidente, a lui non piace ballare ed il fallo l’ha visto!

Non solo lui…

IL BALLO DI SPOLLI – Rizzoli ieri non è stato l’unico a ballare. Un altro ad aver sentito risuonare nella sua mente le note di una tromba è stato Nicolas Spolli, difensore del Catania con licenza di uccidere. L’argentino, anch’egli sconvolto dal demone della danza, ha deciso di proporre il suo stile nel corso di Chievo-Catania. Piedi a terra, braccia larghe ed una passeggiata ritmata a tempo! C’è stato solo un piccolo ed insignificante problema: l’ha fatto sulla testa del clivense Hetemaj, che si è trovato l’avversario intento a camminare sopra di lui con i tacchetti! Per la cronaca, Spolli non è stato espulso per questo. Chiaro, quando c’è di mezzo l’arte, tutto, o quasi, è concesso!

La prossima volta passeggia da un’altra parte…

IO BALLO DA SOLO? – Dall’Italia all’Olanda, la voglia di ballare non finisce mai! Qualcuno però si è sentito escluso dalle danze. Il personaggio in questione è l’attaccante del Feyenoord Graziano Pellè, che, trovandosi troppo lontano dalla sua terra natia, se l’è presa oltremisura per esser stato dimenticato. Anche lui voleva ballare, ma nel momento in cui non ha sentito la musica giusta per scatenarsi, ha iniziato a prendere a calci panchine e telecamere! Esagerato, sarebbe stato sufficiente chiedere!

Il partner perfetto per Spolli…[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=z5R21FyEf_Q[/youtube]

Antonio Casu

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *