Connect with us

Football

Pagelle Udinese-Atalanta 1-1: Muriel flop, brillano i giovani Scuffet e Baselli

Pubblicato

|

muriel udinese

UDINESE (3-5-1-1)

Scuffet 7 – Non ha colpe sul gol di Brivio, ma che parata su Moralez. Dà sicurezza all’intero reparto difensivo e ancora una volta è tra i migliori.

Naldo 4,5 – Se Guidolin lo boccia dopo mezz’ora un motivo ci sarà. Dalle sue parti nascono tutte le azioni pericolose degli avversari, compresa la rete subìta (dal 31’ B. Fernandes 5,5 – Entra per dare vivacità in avanti, ma il portoghese questa volta non incide)

Danilo 6,5 – Annullare Denis non è da tutti, prova a guidare la difesa e ci riesce col passare dei minuti.

Domizzi 5,5 – Aggressivo negli interventi e rischia più volte di lasciare in dieci i compagni, in quanto già ammonito.

Widmer 5 – La prima gara insufficiente dello svizzero classe ’93. Mai insidioso in avanti, come ci aveva abituati, viene messo in apprensione da Bonaventura.

Badu 6 – Uomo di sostanza in mezzo al campo; soffre il fraseggio iniziale degli orobici, poi viene fuori alla distanza (dall’88’ Yebda sv).

Allan 6,5 – Salva l’Udinese dal naufragio chiudendo su Bonaventura. Come il compagno di reparto, in difficoltà nella prima mezz’ora, cresce con il suo dinamismo e ne trae beneficio tutta la squadra.

Pinzi 5 – Non in gran forma, fatica ad ingranare. Spezza il gioco offensivo solo con i falli e non riesce ad imporsi nella parte nevralgica del campo.

Basta 6 – Il tuttofare  bianconero cambia ruolo ogni qualvolta glielo chiede il mister e lui si dimostra un giocatore fondamentale per la sua qualità e duttilità.

Muriel 4,5 – Spreca il vantaggio dopo pochi minuti, perde molti palloni e fa emergere uno dei suoi difetti: gioca troppo solo. (dal 59’ Nico Lopez 6,5 – Porta brio all’offensiva bianconera e da una sua giocata nasce arriva il pareggio).

Di Natale 6 – Trasforma con freddezza l’importante rigore (ottava rete in campionato) e nonostante i pochi palloni giocabili dimostra di esserci sempre.

Guidolin 6 – Sbaglia formazione, ma alla mezz’ora è abile a cambiare. Si guadagna un buon punto e anche se i tifosi fischiano, sta trascinando l’Udinese lontano dalla zona calda in una stagione davvero complicata.

ATALANTA (4-4-1-1)

Consigli 6 – Poco impegnato, non può nulla sul rigore trasformato da Di Natale.

Benaloune – Soffre pochissimo nella sua zona di competenza ed effettua delle buone chiusure.

Stendardo 6 – Con Muriel ha vita facile e guida la difesa con sicurezza. Poi, ingenuamente, allarga il braccio e tocca Di Natale, procurando il rigore forse eccessivo.

Yepes 6 – Come il collega gioca d’esperienza e in scioltezza dietro, ma si divora un gol clamoroso a porta letteralmente spalancata.

Brivio 6,5 – L’esterno mancino di Colantuono regala il vantaggio alla sua squadra e domina sulla sua corsia.

Raimondi 6,5 – La sua consueta gara di spessore sull’out di destra, impreziosita però dal grande assist per Brivio.
(dall’81’ Estigarribia sv)

Baselli 7 – Ha un gran futuro il ragazzo cresciuto nel vivaio atalantino. Colantuono lo preferisce a Cigarini e lui è uno dei migliori sfoderando una partita di quantità, ma soprattutto di tanta qualità (dal 69’ Cigarini 6,5 – Non si scompone neanche quando entra nel momento più delicato dell’incontro, anzi sfiora il gol con un missile che si stampa sulla traversa).

Carmona 6,5 – Diga insormontabile, non fa passare neanche l’aria dalle sue parti.

Bonaventura 7 – Sfiora il vantaggio dopo pochi minuti ed è sempre pericoloso quando parte da sinistra. Aiuta anche in fase difensiva e riparte come un razzo creando le azioni più interessanti dei bergamaschi.

Moralez 6,5 – Maxi è imprendibile e sguscia via su tutto il fronte offensivo e la sua sforbiciata meritava miglior sorte, ma di fronte ha trovato un grande portiere (dal 62’ De Luca 5 – Inserito per creare scompiglio e cercare il colpo del k.o., ma si perde tra le maglie dei padroni di casa)

DENIS 5 – Questa volta El Tanque è una persona normale. Peccato, perché all’Atalanta è mancanto soltanto il suo apporto per portare a casa il match.

Colantuono 6,5 – In trasferta non riesce a far punti, ma sfiora la vittoria soprattutto grazie all’ottima prima frazione con manovre offensive interessanti e varie occasioni da rete; il raddoppio mancato, fa prendere fiducia ai bianconeri che trovano il pari su rigore, ma questa volta gli orobici meritavano sicuramente di più.

Dario Greco

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending