Giuseppe Landi
No Comments

Nba: i Clippers vittoriosi ad Oklahoma, Miami batte Chicago

Ai Thunder non basta l'immenso Durant con i suoi 42 punti. Miami si impone sui Bulls senza LBJ

Nba: i Clippers vittoriosi ad Oklahoma, Miami batte Chicago
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nella serata di ieri si sono giocate due gare di Nba. Ecco le sintesi di SportCafe24.com:

OKLAHOMA CITY THUNDER – LOS ANGELES CLIPPERS 117-125

Ancora un sconfitta per Oklahoma. AI Thunders che devono rinunciare all’infortunato Perkins, non basta il solito Kevin Durant che mette a segno 42 punti. I Clippers partono forte e dopo tre minuti sono in vantaggio già di 10 punti, ma i canestri di Durant e le triple di Sefolosha riprendono la gara. Nel finale di primo tempo c’è spazio per una schiacciata pazzesca di Durant, che esalta l’arena. Los Angeles va in vantaggio di 72-67 negli spogliatoi, che nella ripresa diventa un +12. Ma Oklahoma non molla, e rientra in gara ancora grazie a Durant e alle triple di Fisher. Crawford ad un minuto e mezzo dal termine mette il canestro decisivo firmando il +4, e i Thunder non riescono a reagire.

OKLAHOMA CITY THUNDER: Durant 42, Ibaka 20, Fisher 15, Westbrook 13, Sefolosha 10. Rimbalzi: Ibaka 6, Adams 6, Collison 6. Assist: Durant 10.

LOS ANGELES CLIPPERS: Crawford 36, Barnes 24, Griffin 20, Jordan 18, Paul 18. Rimbalzi: Jordan 12. Assist: Paul 12.

MIAMI HEAT – CHICAGO BULLS 93-79

Miami vince anche senza LeBron James, che salta il match a causa della frattura al setto nasale subita nel match di Oklahoma. Al suo post coach Spoelstra inserisce Oden, che non partiva titolare dal dicembre 2009. A trascinare gli Heat come da copione, ci pensano Bosh e Wade, con il primo che parte fortissimo con due triple, ma sono i Bulls a chiudere in vantaggio il primo quarto (20-24). Nel secondo quarto gli ospiti faticano a trovare gli spunti decisivi, e Miami ne approfitta con un parziale di 9-0. Gibson però rimette in marcia i suoi. All’intervallo il tabellone recita 40-40. Al rientro dagli spogliatoi, Miami aumenta l’intensità e Chicago sbaglia alcuni canestri, con i padroni di casa che trovano un altro parziale, questa volta decisivo, di 16-2. La chiude Wade nell’ultimo quarto con un’incursione che vale il +19.

Miami Heat: Bosh 28, Wade 23, Chalmers 12, Allen 10. Rimbalzi: Bosh 10, Wade 10. Assist: Chalmers 9.

Chicago Bulls: Noah 20, Gibson 20, Dunleavy 13, Hinrich 10. Rimbalzi: Noah 15. Assist: Augustin 5.

Giuseppe Landi (@Beppe_SC24)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *