Connect with us

Focus

Napoli, il fattore Rafael

Pubblicato

|

Rafael, portiere del Napoli e astro nascente del calcio mondiale
Rafa Benitez sulla panchina del Napoli

Rafa Benitez sulla panchina del Napoli

Napoli. Una città bellissima, di grande fascino e dalla storia ultracentenaria. Storia caratterizzata da molteplici dominazioni: Aragonesi, Borboni, Savoia. La meta più ambita, la terra più bella, la zona più fertile, la popolazione più gioiosa. Nel 2014, la storia si ripete. L’egemonia latina è ricaduta ancora una volta su Napoli. L’unica differenza è che il secolo scorso ha donato all’umanità un gioco che rischi di diventare sempre più un fortissimo corrispondente sociale: il calcio.

Capita così che Napoli diventi IL Napoli. La città vive le imprese del proprio club con sacralità e passione fuori dal comune. La dominazione latina, dopo gli anni di Cavani e Lavezzi, ha portato energia ed entusiasmo. Dal tecnico Benitez ai “calienti” Higuain e Callejon, passando per la verve tutta italiana di Lorenzo Insigne. Da ieri sera, tuttavia, hanno trovato clamorose conferme le voci che volevano l’avvento di un nuovo astro nascente che veste la maglia azzurra. E’ latino, sudamericano, brasiliano. Si chiama Rafael Cabral.

Il match di Europa League pareggiato contro lo Swansea ha incoronato un talento assoluto, pronto a fare le fortune del club partenopeo. E’ nato a Sorocaba, in Brasile, il 20 Maggio 1990. Rafael Cabral, acquistato da Bigon come eventuale secondo di Reina, sta conquistando punti su punti, fino a spingere i dirigenti azzurri a puntare su di lui come portiere del presente o del futuro. A Giugno, poi, ci sono i Mondiali 2014. In Brasile e col Brasile. Rafael è uno dei candidati (a soli 23 anni) a vestire la maglia di numero uno nella Nazionale Verdeoro.

Rafael, quindi, dalle parti di Napoli sta sempre di più diventando un fattore. Le parate strepitose in campionato, più la èrestazione monstre nell’ ex Coppa Uefa lo hanno reso un beniamino del pubblico e un talento assoluto su cui puntare. Colpo di mercato da 10 e lode per gli addetti ai lavori azzurri. Parafrasando Totò, uno dei più grandi artisti napoletani di sempre, si potrebbe riassumere: “Peppeniello! I Rafael passano a due“. Il fattore R che fa sognare Napoli.

Antonio Fioretto

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending