Connect with us

Non Solo Sport

L’ asteroide 2000 EM26 ha sfiorato la Terra senza danni

Pubblicato

|

Asteroide

Correva l’anno 1998 e al cinema usciva “Armageddon”, un film di Michael Bay con Bruce Willis e Ben Affleck come protagonisti. La trama era semplice: andare nello spazio e perforare un grosso meteorite per farlo esplodere con ordigni nucleari, altrimenti per la Terra sarebbe stata la fine.

DAL CINEMA ALLA REALTA’ – Una storia simile, molto lontana per fortuna dalla fantascienza, ha messo in allerta la popolazione mondiale, almeno quella che era a conoscenza del fatto: Rilevato agli inizi del 2000, l’asteroide
2000 EM26, grande come 2 campi di calcio (diametro di oltre 200 metri), ha sfiorato il nostro pianeta alle ore 1:15 italiane di questa notte. Certo il termine sfiorato è per le distanze umane esagerato, l’asteroide è passato a circa 3 milioni di Km dalla Terra, ma in misure “spaziali” questa distanza è un’inezia. I ricercatori avevano già previsto che il passaggio si sarebbe concluso senza danni, e ci tengono a precisare che lo stesso sarà per gli altri 3 asteroidi che si succederanno questa settimana.

2000 EM26

L’asteroide 2000 EM26 ha sfiorato la Terra

ALTRI 3 PASSAGGI – “Vicino alla Terra entrerà in gioco l’asteroide 2014 BR57. Il 20 febbraio questo oggetto di 70 metri passerà vicino alla nostra Terra a 4.4 distanze lunari. Quindi, accoglieremo il 21 febbraio 1995 CR, un asteroide potenzialmente pericoloso con un diametro stimato di 210 metri a 7.6 distanze lunari. 2014 CR si chiuderà il sipario il 24 febbraio a 8.3 distanze lunari” riferisce Gianluca Masi, curatore scientifico del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope  (progetto nato nel 2006 che si impegna a diffondere tramite Internet gli studi eseguiti sullo spazio per far apprezzare agli utenti web la bellezza dello spazio).

SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO – Niente allarmismi, quindi, anche se è passato solo un anno da quando un asteroide colpì la cittadina russa di Chelyabinsk: il 15 febbraio scorso, infatti, l’esplosione dell’asteroide avvenne in aria, a circa 30 Km di altezza, eppure l’onda d’urto provocò l’esplosione di vetri e anche il ferimento di circa mille persone. Per rendersi conto della potenza sprigionata, l’asteroide sopra citato aveva un diametro di circa 20 metri, e l’energia rilasciata fu pari a circa 20 bombe atomiche. Immaginate, quindi, cosa potrebbe causare un asteroide 10 volte più grande.
A monitorare la situazione ci pensano tutte le agenzie spaziali e, addirittura, l’Unione Europea ha previsto la costruzione di NEO Shields (dove NEO sta per Near Earth Objects), un progetto pensato per deviare o distruggere rocce spaziali. Come assonanza nel film Armageddon, Alan Harris, uno dei coordinatori del progetto, ha affermato che “ Il nostro progetto prevede l’uso del nucleare, ma solo come ultima risorsa”. Quando la realtà supera la fantasia.

Luca Porfido

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending