Enrico Cunego
No Comments

Liga, 24^ giornata: Real, Barça e Atletico travolgenti

Nessun problema per le dominatrici del campionato, che asfaltano i propri rivali rimanendo saldamente in testa. Colpo Espanyol a Bilbao, paura a Villarreal.

Liga, 24^ giornata: Real, Barça e Atletico travolgenti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Jesé, ancora a segno contro il Getafe

Jesé, ancora a segno contro il Getafe

Le tre dittatrici del campionato continuano a dominare incontrastate il torneo grazie a tre comode vittorie contro le malcapitate Rayo, Valladolid e Getafe, salendo così a 60 punti e dando seguito ad un lunghissimo triplo braccio di ferro che molto probabilmente si protrarrà fino al termine della stagione. Nelle altre gare spiccano i tonfi casalinghi di Villarreal ed Atletico, mentre la Real Sociedad sbanca Malaga con un gol di Vela. Successi anche per Granada e Levante, mentre finiscono a reti bianche le gare di Elche e Siviglia.

ELCHE-OSASUNA 0-0

Si conclude senza reti l’anticipo del venerdì tra Elche ed Osasuna, gara che metteva in palio punti salvezza pesanti. Poche occasioni durante l’incontro, ma Coro a metà secondo tempo spara alto un calcio di rigore per i padroni di casa. Errore gravissimo per il centrocampista bianco-verde ed ora entrambe le squadre rimangono appaiate al dodicesimo posto a 26 punti, venendo svalcate dal Granada.

ATLETICO MADRID-VALLADOLID 3-0 (3′ Raul Garcia, 4′ Diego Costa, 74′ Godin)

In vista dell’impegno col Milan in Champions League in programma mercoledì, i “colchoneros” si riprendono dalla sconfitta di Almeria, liquidando senza particolari affanni il Valladolid. Vantaggio al 3′ grazie ad una conclusione dal limite dell’area di Raul Garcia seguente ad uno schema su calcio di punizione, raddoppio che arriva solo un minuto dopo grazie al delizioso pallonetto del solito Diego Costa che supera un Marino in uscita. Nel secondo tempo i bianco-rossi chiudono il conto con il colpo di testa su azione di calcio d’angolo di Godin. Atletico sempre in testa con 60 punti in compagnia di Barça ed Atletico, Valladolid sempre terzultimo con 21 punti

LEVANTE-ALMERIA 1-0 (62′ David Barral)

Non si ferma più il Levante, la squadra di Caparros raccoglie il sesto risultato utile consecutivo e la seconda vittoria in 3 partite grazie al gol di David Barral al 62′, il quale risolve la gara grazie ad una girata spettacolare su crossi di Nabil El Zhar. Con questo successo il Levante sale a 32 punti in compagnia di Siviglia, Valencia ed Espanyol, nel pieno della lotta per un posto in Europa League, mentre l’Almeria reduce dall’impresa con l’Atletico rimane sedicesimo con 25 punti, a -4 dal terzultimo posto.

BARCELLONA-RAYO VALLECANO 6-0 (2′ Adriano, 36′ e 68′ Messi, 53′ Sanchez, 56′ Pedro, 89′ Neymar)

Tutto troppo facile per i blau-grana, che al Camp Nou travolgono un avversario intrappolato nella zona rossa della classifica e che rappresenta la squadra che ha il numero maggiore di gol subiti: 58 reti. Le marcature si aprono immediatamente al 2′ grazie al diagonale imparabile di Adriano. Raddoppio al 36′ grazie ad un delizioso pallonetto di Leo Messi, che al 53′ serve magistralmente Sanchez per il comodo 3-0. 3 minuti dopo il solito fraseggio “culè” porta al facile 4-0 di Pedro. Al 68′ Sanchez restituisce il favore a Messi assistendolo per il quinto gol del match. Nel finale gloria anche per Neymar, tornato dopo l’infortunio di mese fa subito in Coppa del Re contro il Getafe e ripresentatosi con un missile che trafigge per la sesta volta il povero Codian. Barça ancora in testa in compagnia delle madrilene, Rayo sempre penultimo con 20 punti.

VILLARREAL-CELTA VIGO 0-2 (83′ Orellana, 90′ Nolito)

Si decide nel finale di gara l’ultima movimentata gara del sabato. L’ingresso di Nolito permette al Celta di espugnare il campo del Villarreal, grazie ad un assist ed una rete. All’83’ il suo calcio di punizione viene corretto in rete dal grande avvitamento del cileno Orellana, mentre al 90′ un altro magistrale calcio piazzato si infila nel sette alla destra di Asenjo. Nel mezzo, però, vi è un interruzione di ben 25 minuti a causa di un fumogeno piovuto sul campo di gioco dopo il vantaggio ospite. Stadio evacuato e partita conclusa in un Madrigal semi-deserto. Terza sconfitta in 4 gare per un Villarreal in crisi ed agganciato al quinto posto dalla Real Sociedad, percorso totalmente contrario per un rinato Celta ora a 29 punti ed a ridosso della zona Europa League.

GRANADA-REAL BETIS 1-0 (31′ Piti)

Nell’anticipo di mezzogiorno della domenica, il Granada risolve a proprio favore il derby col Betis grazie ad uno stupendo gol di Piti al 31′. Magistrale lancio di 60 metri di Tiago Ilori, altrettanto magistrale controllo di destro da parte di Piti, che conclude poi in rete con un diagonale sinistro. Partita nervosa che vede un espulso per parte: Dani Benitez ed Antonio Amaya. Betis  sempre più ultimo con 14 punti, a -10 dal Malaga quartultimo, mentre il Granada si riprende da 3 sconfitte consecutive e raggiunge quota 27 punti, 6 in più sul Valladolid.

GETAFE-REAL MADRID 0-3 (5′ Jese, 27′ Benzema, 66′ Modric)

Nel derby della “Comunidad Madrilena” tra Getafe e Real la spuntano nettamente i blancos, che continuano a veleggiare in compagnia in testa alla graduatoria. Apre le marcature al 5′ l’insaziabile Jese che grazie ad un morbido tiro a giro segna il quinto gol stagionale. Raddoppio al 27′ grazie a Benzema, che conclude al meglio un azione di contropiede impreziosita dal preciso assist di Di Maria. Gara che si conclude al 66′ grazie alla specialità di Luka Modric: il tiro da fuori area. Getafe incapace di tornare alla vittoria e sempre quindicesimo con 25 punti, soltanto 4 in più dalla terzultima piazza.

ATLETIC BILBAO-ESPANYOL 1-2 (56′ Gurpegi; 6′ Sergio Garcia, 56′ Colotto)

Colpaccio Espanyol al “San Mames”. I catalani sbancano la “Catedral basca” ed infliggono un brutto colpo ad un Atletic balbettante nelle ultime uscite. Vantaggio ospite al 6′ con il tiro ad incrociare di un sempre ottimo Sergio Garcia. Pareggio basco al 56′ con Gurpegi, che di testa approfitta della cattiva uscita di Casilla e manda in rete una punizione calciata ad Ibai. Ma sarà proprio un colpo di testa di Colotto, che sfrutta al meglio un perfetto corner calciato da Simao, a dare la vittorai alla squadra di Barcellona. Espanyol che sale a 32 punti ed ora può lottare per un posto in Europa League, mentre l’Atletic rimane quarto con 44 punti ma ora vede pericolosamente avvicinarsi i cugini della Real Sociedad

SIVIGLIA-VALENCIA 0-0

Reti bianche nell’ultima partita della domenica ed anche qui come ad Elche c’è un calcio di rigore sbagliato. E’ Rakitic ad inizio ripresa a farsi parare il penalty da Diego Alves, il quale si conferma come uno dei migliori portieri del campionato. Non approfitta il Siviglia della superiorità numerica dal 50′ per l’espulsione di Ricardo Costa e così continua il periodo opaco per glia andalusi, a quota 32 insieme ad un Valencia che invece vede gli effetti della cura Pizzi ed ottiene il quinto risultato utile consecutivo. Nel finale espulso Cheryshev per i bianco-rossi.

MALAGA-REAL SOCIEDAD 0-1 (10′ Carlos Vela)

Preciso cross rasoterra dalla sinistra dell’ex Roma Josè Angel, piattone vincente di Carlos Vela e per la Sociedad sono 3 punti fondamentali in chiave Champions ottenuti nel posticipo del lunedì sera. Ora i bianco-blu sono a -4 dai cugini dell’Atletic e viaggiano decisamente con una marcia in più rispetto ai rivali. Sconfitta durissima per il Malaga, sempre quartultimo con 24 punti, soltanto 3 in più rispetto al Valladolid. La panchina di Bernd Schuster è sempre più in bilico, urge decisamente una scossa.

Enrico Cunego

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *