Manlio Mattaccini
No Comments

Serie A, il posticipo del lunedi: Verona-Torino 1-3 finale. Rivivi il match!

Toni su rigore la sblocca; nella ripresa tremendo uno-due del Toro, a segno con Immobile(in fuorigioco) e Cerci. El Kaddouri chiude il match, il Toro vola

Serie A, il posticipo del lunedi: Verona-Torino 1-3 finale. Rivivi il match!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Torino decide di diventare grande ed espugna da grande il Bentegodi. E dire che Cerci, l’uomo più talentuoso nel roster di Ventura, non doveva neanche giocare causa un brutto mal di schiena patito nella vigilia. Un successo per 1-3, maturato nella ripresa dopo un brutto primo tempo, che gli scaligeri avevano concluso in vantaggio grazie al rigore realizzato dal “solito” Luca Toni. Torino più propositivo fino a quel momento, ma poco concreto: concretezza che si materializza nella ripresa, col terribile uno-due che in tre minuti ribalta la partita. Granata che agguantano proprio i veronesi a quota 36, a meno tre dal quinto posto occupato dall’Inter. Vittoria casalinga nel 2014 che ancora manca alla banda di Mandorlini, che deve iniziare a farsi delle domande: i 40 gol subìti totali, quart’ultima difesa del torneo, rappresentano quel fardello che può impedire il volo definitivo.

PRIMO TEMPO
La grande attesa della vigilia, tra due squadre tra le più spumeggianti del campionato, è tradita dai primi venti minuti di gara. Molto studio, molto possesso, poco spazio per le emozioni e le occasioni. Al 21′ i primi sussulti della gara: Padelli fa raggelare la propria retroguardia, uscendo a vuoto su Moras che di testa non ne approfitta. Sul capovolgimento di fronte, Masiello riceve un buon pallone da Immobile ma lo spreca malamente. Per sbloccare la questione serviva un classico episodio. Al 35′ Juanito Gomez crolla in area, trattenuto da Bovo: dal dischetto si presenta Toni, che realizza la rete numero 12 del torneo. I granata sono incapaci di reagire fino all’intervallo: si rifaranno con gli interessi.

Ciro Immobile, attaccante del Torino

Ciro Immobile, attaccante del Torino

SECONDO TEMPO
Il Toro rientra in campo col piglio giusto, voglioso di riprendere quel cammino interrotto bruscamente domenica scorsa col Bologna. Al 49′ è gia pareggio. El Kaddouri, piuttosto falloso nei primi 45 minuti, serve un gran pallone per Immobile, che a sangue freddo gela Rafael: la posizione dell’attaccante partenopeo, al momento del lancio, è però ampiamente irregolare. Neanche il tempo di riorganizzarsi che il Verona va ancora sotto: stavolta è merito dell’accoppiata El Kaddouri-Cerci, col fantasista di Velletri che al 52′ trafigge ancora Rafael con un sinistro da applausi. La gloria è completata dalla stessa accoppiata, ma a ruoli invertiti, con Cerci che al 60′ serve il marocchino e la sua conclusione supera il numero uno gialloblù, stavolta non immune da responsabilità. Poche idee per gli scaligeri, che s’affidano a Toni per riequilibrare, ancora una volta, le sorti complicate del match. Il bomber però non è lucidissimo e spreca due occasioni da ottima posizione. Girandola di sostituzioni utili per far scivolare via il match, e le ultime speranze dei sostenitori di casa, che stavolta non vedranno la propria squadra cimentarsi in un altro miracolo. Finisce 1-3, e per gli uomini di Ventura, oltre ad una posizione di classifica da capogiro, anche la consapevolezza di potersela giocare anche nel derby di domenica prossima.

Manlio Mattaccini

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *