Redazione
No Comments

Serie B: il Varese espugna l’Adriatico, per il Pescara è notte fonda

I lombardi tornano a vincere dopo due mesi grazie ai gol di Trevisan e Di Roberto. Al Pescara non basta Maniero per interrompere il filotto di sconfitte

Serie B: il Varese espugna l’Adriatico, per il Pescara è notte fonda
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Varese vince lo scontro tra le deluse di questo campionato, e acuisce la crisi di un Pescara apparso senz’anima. I fischi con i quali il pubblico dell’Adriatico ha accompagnato l’uscita dei giocatori dal campo dicono tanto. A questo punto la panchina di Marino traballa, sull’altra sponda la vittoria permette a un Varese tutt’altro che trascendentale di portarsi a casa tre punti utili per provare la risalita in zona play off.

LA CRONACA – Partita tutt’altro che bella; anzi infarcita di errori tra due squadre che hanno dimostrato di essere in difficoltà. Abruzzesi vicino al gol al 2′ lancio di Politano pesca Bovo che davanti a Bressan si fa ipnotizzare. La risposta del Varese è al 15′ con un calcio di punizione di Zecchin che si perde alto. Poco dopo il Pescara si rende pericoloso in maniera episodica con Ragusa che ruba palla a un difensore ospite si invola ma alla disperata provvidenziale l’intervento di Zecchin. Da quel momento solo Varese in campo; incredibile al 21′ l’occasione mancata da Oduamadi che si presenta davanti a Belardi ma spedisce a lato. Al 37′ il portiere biancoazzurro è costretto agli straordinari per sbarrare la strada a Di Roberto.

Carmine Gautieri, tecnico del sorprendente Lanciano

Successo importante per il Varese di Gautieri

DOPPIO VANTAGGIO DEL VARESE – Il gol è nell’aria e arriva al 37′ punizione di Oduamadi sponda di Pavoletti per Trevisan che in solitudine batte Belardi. Il tempo si chiude senza che gli abruzzesi possono dare la sensazione di reagire.  Nella ripresa non cambia il canovaccio della gara, con gli uomini di Gautieri che sfiorano il raddoppio al 51′ con il solito Oduamadi con palla a lato di poco. Al 57′ è Ragusa a provarci da distanza siderale con palla a lato di poco. Come uno squarcio nel cielo all’improvviso arriva il pareggio del Pescara al 69′ con Maniero che di testa raccoglie un cross di Salviato. E’ solo un lampo perchè poco dopo Ely ancora solo non riesce a sfruttare una ghiotta occasione per riportare il Varese in vantaggio. Padroni di casa si riaffacciano con il solito Ragusa che al 75′ non inquadra la porta da posizione defilata. Il Varese torna in vantaggio con Di Roberto innescato da Zecchin al 78′. Chi si aspetta il forcing disperato degli abruzzesi rimane deluso nonostante il copioso recupero per l’infortunio occorso a Rea trasportato in ospedale per accertamenti.

 PESCARA-VARESE 1-2

PESCARA(4-3-1-2): Belardi, Balzano, Zuparic, Salviato, Rizzo, Duarte (82’Cutolo), Samassa (24’Maniero), Politano (65’Caprari), Ragusa. A disp.: Pelizzoli, Cosic, Milicevic, Zauri, Nielsen, Sforzini. All.: Marino.

VARESE (4-3-3): Bressan, Laverone, Rea (85’Damonte), Ely, Trevisan(74’Grilo), Corti, Zecchin, Blasi, Di Roberto, Pavoletti, Oduamadi (73’Calil). A disp.: Bastianoni, Forte, Fiamozzi, Momentè, Cristiano, Neto Pereira. All.: Gautieri.

RETI: 39′ Trevisan, 69’Maniero, 78’Di Roberto.

NOTE: Ammoniti: Zuparic, Trevisan, Salviato, Ragusa, Zecchin, Ely, Bovo. Rec. 1’+7′.

 Stefano Scarpetti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *