Fabio Pengo
No Comments

Le pagelle di Milan-Bologna: Bianchi in bianco, Balotelli decisivo

Le pagelle di Milan-Bologna: Bianchi in bianco, Balotelli decisivo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

balotelli-milan-bologna-SPORTCAFE24Dopo la sconfitta pesante sul terreno del San Paolo, il Milan ha bisogno di risollevarsi anche in vista dell’importante sfida di mercoledì contro l’Atletico Madrid. Clarence Seedorf confida nello spirito guerriero dei suoi al fine di risollevare il morale, mentre Ballardini cerca di sfatare il suo tabù con le milanesi e risollevare le sorti della squadra. La partita non è stata molto divertente: nonostante le occasioni capitate ad entrambi gli schieramenti il gioco ristagnava a centrocampo e non subiva mai accelerazioni. Il Milan si è dimostrato abile nel sopprimere il gioco avversario si è dimostrato deficiente nel velocizzare la manovra offensiva per mettere in difficoltà gli avversari. Il Bologna invece si è dimostrato smarrito dopo aver perso Diamanti e sia la sfortuna sia Abbiati si sono presi gioco degli attaccanti felsinei. Nei minuti finali una perla di Balotelli ha cambiato le sorti della partita in favore dei rossoneri. Da sottolineare l’ennesima prova deludente per Honda mentre lievita ancora la prestazione del 24enne Taarabt.

MILAN

C. Abbiati 6,5: Dorme per i primi 20′ del match poi Khrin lo impegna con un colpo di testa e lui risponde presente. Si ripete nel secondo tempo su Hristodoulopoulos.
M. De Sciglio 7: Buona gara del giovane terzino; Antonsson gli lascia campo libero e lui ne approfitta tagliando l’area avversaria con cross pericolosi anche se raccolti da nessuno. Uno dei pochi del Milan che fanno movimento
A. Rami 6: Con quel 13 sulle spalle sembra di rivedere Nesta: sempre in posizione perfetta per intervenire ed impeccabile nei tackle.
C. Zaccardo 6: Partita tranquilla e senza sbavature; buono l’intervento su Cristaldo.
K. Constant 6: Gara senza strafare; buona l’intesa e le sovrapposizioni con Taarabt.
N. de Jong 6,5: Come al solito messo a protezione della difesa; gara piuttosto facile visto che i centrocampisti felsinei non lo impegnano più di tanto fisicamente. Dal 63′ Muntari 5,5: diventato il vice De Jong ne prende il ruolo e i compiti.
R. Montolivo 6,5: Parte deciso il capitano; recupera palloni, cuce e ci prova dalla distanza senza esitare impegnando seriamente Curci in varie occasioni. Tornare avanti alla difesa sembra avergli giocato.
K. Honda 5: Non riesce a rendersi pericoloso visto che deve spesso abbassarsi per ricevere la palla e quando la ottiene si limita a passaggi elementari anche a causa dello scarso proporsi dei compagni di reparto che vogliono la palla sui piedi. Dal 66′ Pazzini 6: Entra subito nel vivo dell’azione allargando le maglie della difesa bolognese con tagli e movimenti; quello che avrebbe dovuto fare Balotelli nei primi 45′
Kaká 5,5: Partita sotto tono del brsiliano che oltre a qualche sovrapposizione sulla fascia non riesce a penetrare la difesa degli avversari; un po meglio quando si svaria sulle fasce. Dall’80’ Poli s.v.
A. Taarabt 6,5: arrivato a Milano con l’indifferenza generale dei tifosi, lui dimostra che se Seedorf lo ha voluto c’è qualche motivo: sempre in movimento e pronto a servire i compagni; forse l’unico che nella prima frazione si muove li davanti. Cala un pò nel finale di gara.
M. Balotelli 6: Super Mario sembra fuori ruolo nello schema del tecnico olandese; nonostante Seedorf gli chieda movimenti da prima punta, lui si abbassa quasi all’altezza dei trequartisti tenendo troppo la palla rendendo la vita facile ai due centrali del bologna. Con l’ingresso di Pazzini e l’uscita di Honda si adatta a trequartista centrale e allora le cose cambiano: non avendo più una marcatura stretta è libero di allargarsi e provare la prodezza come nel caso del gol vittoria che porta la sua firma.

BOLOGNA

G. Curci 6: Attento sulle due conclusioni di Montolivo e sulle punizioni di Balotelli dove se la cava anche con qualche brivido. Non può nulla sul capolavoro di Balotelli.
M. Antonsson 5,5: Fatica a reggere gli inserimenti di De Sciglio che sforna innumerevoli cross verso il centro dell’area che fortunatamente non vengono sfruttati, mentre Honda non gli da mai una preoccupazione. Fatica ancora di più quando Honda lascia il posto a Pazzini.
C. Natali 6: Regge l’intera difesa marcando stretto Balotelli e bloccando ogni possibile inserimento in zona centrale. Quando c’è bisogno dei suoi centimetri si fa sentire.
A. Mantovani 6: Gara nella media. Tutto bene fino al vantaggio rossonero.
G. Garics 6,5: Nonostante venga schierato a centrocampo ripiega senza problemi fino la linea di fondo dove non si fa intimorire da Kakà e dall’ispirato Taarabt. Una sicurezza. Dall’88’ Moscardelli s.v.: buttato nella mischia troppo tardi
R. Krhin 5,5: Chiuso dai cinque centrocampisti rossoneri che mordono su ogni palla si fa vedere in fase offensiva; pericoloso il colpo di testa che impegna Abbiati. Nella ripresa tanta corsa ma a vuoto.
L. Hristoudopoulos 5: L’unica menzione di lui è l’occasione gol nel secondo tempo.
D. Pérez 5: Un paio di tiri nel primo tempo; poi non gli arriva più un pallone giocabile grazie a De Jong e Montolivo. Dall’89’ Friberg s.v.
A. Morleo 5,5: Prova a cucire lo strappo che si crea già nel primo tempo  tra difesa e centrocampo; appena può prova a lanciare qualche suo compagno che non si sia isolato nella propria solitudine.
R. Bianchi 5: Lasciato in balia di se stesso ha a disposizione una sola palla gol e la spreca malamente.
J. Cristaldo 5,5: Si sbatte come può; gli unici pericoli che il reparto offensivo del Bologna crea sono i suoi ma Abbiati non lo fa gioire. Dall’84’ Laxalt s.v.

Fabio Pengo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *