Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: L.A. morsa dalla Durantola

Nba: Kevin Durant ne mette 43 e OKC rimonta i Lakers. Continua la marcia del Bulls con Noah, KO i Nets

Nba, i risultati della notte: L.A. morsa dalla Durantola
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Solo due gare sui parquet americani alla vigilia dell’All Star Game 2014. Prima del weekend-spettacolo di New Orleans il programma Nba vede la sfida tra testa e coda della Western Conference – tra Lakers e Thunder – e quella tra le due migliori squadre – dopo Indiana – orientali dall’inizio dell’anno, Bulls e Nets. Tutte le sintesi delle gare Nba le trovate solo su SportCafe24:

Los Angeles Lakers-Oklahoma City Thunder 103-107

La sconfitta coi Thunder, settima consecutiva, che sancisce la striscia più lunga di KO nella storia dei Lakers, coincide con l’ennesima serata di fuoco di Kevin Durant. KD ne mette 43, di cui 19 solo nell’ultimo quarto, decisivi per la rimonta dei leader della Western Conference, in una gara dove i losangelini mettono cuore e anima nonostante le numerose assenze. Inutile per coach D’Antoni il solito apporto dato da Chris Kaman, che ha ormai assunto il ruolo di leader di una squadra orfana dei vari Bryant, Gasol e Nash. La doppia doppia dell’ex Clippers trascina i gialloviola in una gara condotta pressochè interamente in vantaggio, grazie anche alla visione di gioco di Marshall (17 assist) e alla vena realizzativa di Johnson. Per i Thunder la rimonta si concretizza nel momento in cui la difesa riesce ad alzare la pressione, costringendo i padroni di casa a un numero impressionante di palle perse. Negli uomini di Scott Brooks ottima la prestazione dell’ex di turno Derek Fisher, decisivo nei momenti caldi con la sua infallibilità dalla lunetta. Per OKC vittoria che consente di arrivare all’All Star Weekend come prima della lega (43-12), mentre la stagione dei Lakers è già da buttare da un pezzo (18-35).

Los Angeles: Kaman 19, Johnson 19 (7/11 da due, 1/2 da tre, 2/4 tl), Williams 15. Rimbalzi: Kaman 10. Assist: Marshall 17.
Oklahoma City: Durant 43, Jackson 16, Fisher 12. Rimbalzi: Durant 12. Assist: Durant 7.

Chicago Bulls-Brooklyn Nets 92-76

I Bulls conquistano la terza vittoria consecutiva, che li lancia sempre più in alto nella Eastern Conference (27-25, 4° posto), condannando i Nets (26-25) ad una quasi certa lotta con Charlotte e Detroit per gli ultimi due slot disponibili sulla costa atlantica. Da dopo l’infortunio di Rose è diventato Noah il trascinatore di Chicago, il figlio del tennista Yannick raggiunge la quinta doppia doppia di fila e, insieme alla coppia Gibson-Boozer, vince anche con i Nets. La franchigia allenata da Jason Kidd viene tenuta a distanza tutto il match, dominata a rimbalzo e demolita anche dall’arco, senza dare mai la sensazione di potersela giocare. Con un Joe Johnson non pervenuto e un Deron Williams stranamente timido, tra i bianconeri si salva solo Paul Pierce.

Chicago: Gibson 16, Boozer 15, Noah, Butler e Dunleavy 14. Rimbalzi: Noah 13. Assist: Hinrich e Noah 7.
Brooklyn: Pierce 15, Williams 13, Johnson 11. Rimbalzi: Garnett 7. Assist: Williams 5.

Da stanotte via all’All Star Weekend, ecco il programma:

Venerdì – Sfida delle matricole, con il Team Hill opposto al Team Webber

Sabato – Saturday Night Show, gara da 3 punti (forza Beli!), sfide di abilità e, dulcis in fundo, la tanto attesa gara delle schiacciate.

Domenica – Est contro Ovest, LeBron contro Durant, è la magia dell’All Star Game.

Simone Viscardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *