Connect with us

Prima Pagina

Convocazioni Brasile: Scolari scarta l’Italia

Pubblicato

|

Il Brasile di Scolari ha subito un'altra lezione di calcio, stavolta da parte dell'Olanda

All’epoca di Domenech allenatore della Francia, fecero non poco scalpore le mancate convocazioni di giocatori come Trezeguet e, più recentemente, Mexes. In molti spiegarono la faccenda con la poca simpatia che il CT francese aveva nei confronti della Seria A.  Il caso di “razzismo” verso il nostro campionato si è verificato di nuovo, questa volta il responsabile è Felipe Scolari, allenatore del Brasile.

TANTO CASINO PER NULLA? – Quando si tratta di far scoppiare un caso mediatico, nessuno è migliore dei giornalisti italiani, almeno per quanto concerne lo sport. Dalle telenovele su Balotelli, alle più recenti commedie sulla punizione inferta da Conte ai suoi giocatori. E se la risposta all’enigma verde-oro fosse… che il campionato italiano è ormai povero? soprattutto di brasiliani realmente degni e capaci di vestire la maglia della nazionale che vanta più titoli mondiali? Solo un’ipotesi, a cui molti forse non avranno pensato.

GLI ESCLUSI – Tra le esclusioni eccellenti spiccano i nomi di Kakà, Robinho, Maicon, Neto ed Hernanes.
Prendendo uno per uno i giocatori partiamo da Kakà: Beh, cosa dire se non che il trequartista milanista sta attraversando ultimamente un brutto periodo e che le sue grandi performance, non ce ne voglia Galliani, si contano sulla punta delle dita? Di Robinho forse ne dovrebbero parlare i tifosi milanisti, date le ultime partite. Discorso diverso per Maicon, che comunque sta facendo bene con la Roma, peccato che su quella fascia ci sia un altro padrone, ovvero Dani Alves. Per quanto riguarda Neto, non è credibile che Scolari, dopo aver consigliato ad Julio Cesar di trasferirsi per arrivare pronto al mondiale (“Abbiamo chiesto noi a Julio Cesar di andare a giocare in Canada . Il campionato nordamericano è competitivo, arriverà in forma per il Mondiale. Lui ha la nostra fiducia” ha affermato il CT), vada a scegliere un giovane senza esperienza che, e anche qui non ce ne vogliano i tifosi viola, ancora non ha dimostrato molto, tranne nelle ultime 2-3 partite.
Per il “profeta”, fresco di passaggio all’Inter, vale lo stesso discorso, o quasi, di Kakà: il momento per Hernanes non è dei migliori ed è difficile che in quella posizione, dove il Brasile vanta un numero impressionante di giocatori, Scolari vada a perdere qualche tassello nei confronti dell’ex laziale.

I CONVOCATI – Magari guardando le convocazioni anche i più scettici potranno ricredersi:
Portieri: Julio Cesar (Toronto, in prestito dal QPR).
Difensori: Dani Alves (Barcellona), Marcelo (Real Madrid), Rafinha (Bayern Monaco), David Luiz (Chelsea), Dante (Bayern Monaco) e Thiago Silva (PSG).
Centrocampisti: Luiz Gustavo (Wolfsburg), Paulinho (Tottenham), Fernandinho (Manchester City), Ramires (Chelsea), Oscar (Chelsea) e Willian (Chelsea).
Attaccanti: Hulk (Zenit), Neymar (Barcellona) e Bernard (Shakhtar Donetsk)

La domanda da porsi è: il campionato italiano, che in passato era una culla per i giocatori brasiliani, è diventato cosi povero? D’altra parte anche la Nazionale Italiana fa fatica a trovare 22 giocatori d’alto livello.

Luca Porfido

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending