Enrico Cunego
No Comments

Piovono “pezzi di stadio” a Lisbona: rinviata Benfica-Sporting

Il derby di Lisbona, big match del campionato portoghese è stato rinviato a causa del maltempo che ha fatto crollare parti del rivestimento del Da Luz

Piovono “pezzi di stadio” a Lisbona: rinviata Benfica-Sporting
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Paura al Da Luz di Lisbona, dove ieri sera alle 19:30 doveva disputarsi il big match del campionato lusitano, ovvero il derby tra il Benfica primo e lo Sporting secondo. Un incontro attesissimo, quindi, ma funestato da un inquietante incidente pochi istanti prima del fischio d’inizio: sulla capitale portoghese soffia un fortissimo vento, che riesce a sradicare pezzi di coperture di quello stadio che a maggio dovrà ospitare la finale del massimo torneo continentale, la Champions League.Caduta fragorosa del materiale sul campo da gioco davanti agli attoniti 65.000 spettatori. Immediati i soccorsi, con gli addetti alla sicurezza che hanno prontamente liberato il campo dai detriti. Ma a questo punto la paura è tanta, e così i due club, in accordo con la protezione civile e il direttore di gara, hanno deciso prontamente di rinviare la gara, dichiarando quindi il match concluso ancora prima di iniziare. Come giorno della gara è stato scelto questo mercoledì con fischio d’inizio alle ore 20:15, sempre allo Stadio da Luz, dichiarato agevole e sicuro dal Benfica, che ha assicurato l’entrata libera di tutti gli spettatori presenti ieri sera.

“EVITATA UNA TRAGEDIA” – Con queste parole Mario Figuereido, presidente della Lega Calcio portoghese, ha commentato a caldo il fattaccio del Da Luz, che ha seguito aggiunto che “tutto sarà assolutamente regolare e sicuro per il recupero del match“, aggiungendo che la caduta del materiale è stata causata dall’impressionante forza del vento e non da problemi strutturali dell’impianto. Difende la sicurezza dello stadio il progettista dell’impianto, Tiago Abecassis, che assicura che la struttura è preparata a “sopportare venti di oltre 200 km/h. Inoltre l’architetto aggiunge che i danni sono stati causati “dalle fissazioni del rivestimento della struttura e non da problemi strutturali dell’impianto“. Inaugurato nel 2003 in sostituzione del vecchio stadio omonimo, la casa del Benfica è stata teatro della finale degli Europei 2004 tra i padroni di casa portoghesi e la Grecia ed considerato stadio a 5 stelle dall’UEFA, che come detto in precedenza ha scelto lo stadio della squadra più titolata del Portogallo come sede della finale di Champions League. UEFA che tramite un portavoce ha confermato la volontà di affidare la finale al “Da Luz”, affermando che “riponiamo molta fiducia nei preparativi per la finale e nella valutazione dei danni“. Per adesso pericolo scampato, speriamo non ci debba essere una tragica ripetizione.

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *