Antonio Casu
No Comments

Wenger, Tabanelli, Ibson ed il Sassuolo: arrivi e partenze… sfigati

Capitomboli, pullman sull'autoscontro e accoglienze degne di un principe: è lunedì, tornano gli "Sfigati"!

Wenger, Tabanelli, Ibson ed il Sassuolo: arrivi e partenze… sfigati
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il 3 gennaio del 1954, alle 14,30,  un giovanissimo Mike Bongiorno inaugurò la storia della televisione italiana con una trasmissione intitolata “Arrivi e partenze”. Cinquant’anni dopo, “Arrivi e partenze” diventa il titolo della puntata odierna de “Gli Sfigati del lunedì”! Protagonisti di oggi Arsene Wenger, finito a terra, in ogni senso possibile, dopo la sfida con il Liverpool, Andrea Tabanelli e Ibson, accolti come due principi dalle loro nuove squadre, ed il Sassuolo, indiavolato sull’autoscontro di San Siro. Allegria!

GIRO GIRO TONDO…“Vincere a Liverpool sarebbe una bella spinta“. Lapidaria l’affermazione di Wenger alla vigilia della sfida di sabato scorso con i Reds. Parole importanti, che hanno caricato oltremodo il suo Arsenal, capolista della Premier. Infatti… hanno perso malamente! Un 5-1 netto, senza storia, quattro gol presi nei primi venti minuti ed una prestazione indecente, costata la testa della classifica. Wow, che spinta! Come se non bastasse, dopo esser scivolato sulla banana rossa trovata ad Anfield, Wenger, non vedendo l’ora di tornare a Londra, è poi caduto rovinosamente nella stazione di Liverpool. Il francese è infatti finito giù, battendo in terra in malo modo con il fondoschiena. Un sabato da incorniciare, vero Arsene?

… tutti giù per terra!

Ibson, benvenuto in Italia!

Ibson, benvenuto in Italia!

I CAMPIONI DEI NOSTRI SOGNI – Da Liverpool a Bologna, passando per Leeds. La sfiga arriva, parte e fa dei giri strani, vero? Lo sa bene il brasiliano Ibson, sbarcato nei giorni scorsi in Emilia. Dopo esser stato salutato con sommo dispiacere dai tifosi del Corinthians (gli hanno pure dedicato uno striscione con scritto “Grazie Bologna per aver preso Ibson”… che carini!), il nuovo fenomeno del “Dall’Ara” è stato accolto alla grande dai rossoblu. Urla di visibilio e cori  festanti per l’idolo della Curva Bulgarelli? Macché! Arrivo in aeroporto… e nessuno al fronte! I tifosi e i dirigenti del Bologna si sono dimenticati di andare a prenderlo, lasciandolo così da solo. Un esordio da ricordare!

Ma c’è qualcuno a cui è andata peggio. Si tratta di Andrea Tabanelli, primo acquisto del Leeds targato Cellino. Arrivato a Cagliari a gennaio, è stato girato poi subito agli inglesi. La notizia è stata accolta con entusiasmo dall’allenatore McDermott, che non appena l’ha visto gli ha chiesto: “Ma tu chi sei?”. Un accoglienza degna di un principe, insomma! Tra l’altro, ci sono diversi problemi con la federazione inglese per il tesseramento di Tabanelli, che potrebbe presto tornare a Cagliari tra le lacrime di disperazione del suo tecnico. Andrea, che sfiga!

Chi ben comincia…

UN INIZIO COL BOTTO – L’ultima tappa del Tour della Sfiga è a Milano, più precisamente allo stadio San Siro. Si è giocata ieri un’emozionante sfida (ehm…) tra Inter e Sassuolo: i neroverdi volevano un inizio col botto, e così è stato! Peccato che il protagonista in questione non sia la squadra allenata dal tranquillo Malesani, ma il loro pullman! Il tecnico voleva che il suo Sassuolo giocasse con manovre aggressive, l’autista del mezzo che li ha portati allo stadio l’ha seguito alla lettera ed è andato a sbattere più volte sui muri del garage di San Siro. Che fenomeno, un genio del volante! Inutile dire che poi la squadra ha perso la partita: d’altronde, con un esordio del genere, che altro si sarebbe potuto chiedere?

… è a metà dell’opera! Forse…

Antonio Casu

@antoniocasu_

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *