Redazione

Euro 2012 report -4, la giornata del girone B

Euro 2012 report -4, la giornata del girone B
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il CT del portogallo Paulo Bento

KHARKIV, 4 GIUGNO – Terminate le partite amichevoli e con la divulgazione del calendario delle partite, per le squadre di tutti i gironi è arrivato il momento di tirare le prime somme e di fare i propri calcoli in vista dell’imminente inizio. Vediamo come se la passano oggi le quattro nazionali del gruppo B.

GERMANIA – Vincere mediante il bel gioco, unico obiettivo teutonico. Joachim Loew vuole lo scettro, pronto a spodestare i despoti spagnoli, veri cannibali nelle ultime competizioni. “Vogliamo esprimere un calcio moderno e divertente,qualitativamente possiamo competere con le altre grandi del continente”. Si confessa liberamente a microfoni accessi, confidando nella forza del gruppo, cresciuto tantissimo negli ultimi anni grazie anche al salto di qualità dei club tedeschi. Un occhio al girone della morte: “Resto ottimista, sarà dura ma non consideriamo l’opzione di abbandonare la competizione con debito anticipo”. Loew pare davvero deciso, e sta preparando minuziosamente l’undici anti-Portogallo per partire subito con il piede giusto. Ancora poche ore e poi anche la consueta pre-tattica verrà meno, è arrivato il momento di scoprire le carte.

OLANDA – Robin Van Persie ha la ricetta magica per giocare un grande europeo. A rivelarlo è lo stesso attaccante dei Gunners, prezzo pregiato del prossimo calciomercato, che intervistato dal ‘Sunday Mirror‘, ha svelato di aver ricevuto preziosi consigli da una persona speciale: “Ho parlato con Henry, che mi ha spiegato alcune cose su come fronteggiare le grandi sfide. In questa stagione – continua Van Persie – non ho saltato nemmeno una partita con l’Arsenale, giocando qualcosa come 60 incontro. Thierry mi ha detto che fare tante amichevoli serve a tenere una buona condizione e restare concentrati, ma è proprio quando ci si trova a disputare le grandi sfide che bisogna fare qualcosa in più per deciderle. Il mio prossimo big match sarà quello con la Danimarca questo sabato: vengo da un’ottima stagione con l’Arsenal e fisicamente mi sento benissimo”.

PORTOGALLO – La sconfitta per 3-1 rimediata nell’amichevole con la Turchia ha lasciato parecchi strascichi in casa Portogallo con la stampa locale che ha attaccato duramente l’operato del Commissario Tecnico Paulo Bento e l’atteggiamento mostrato dalla squadra. Bento si è difeso affermando che l’unico problema emerso dalla gara con i turchi è stata la mancanza di freddezza sotto porta che ha vanificato le tante occasioni da rete create frutto della gran mole di gioco espressa dalla squadra. Buone notizie giungono intanto dall’infermeria in quanto l’infortunio patito da Nani si è rivelato meno grave del previsto avendo addirittura fatto temere al giocatore di dover saltare l’europeo. L’esterno del Manchester United a tal proposito ha dichiarato: “Mi sono spaventato moltissimo, pensavo di dover saltare l’Europeo e invece in questi giorni riuscirò a recuperare abbastanza bene per scendere in campo contro la Germania”.

DANIMARCA – A soltanto quattro giorni dall’inizio dell’Europeo la Danimarca di Morten Olsen ha l’obbligo di gettare uno sguardo alle prossime e imminenti partite. La selezione danese aprirà il girone B sabato 9 giugno quando proprio a Kharkiv dovrà affrontare l’Olanda (ore 18.00). La seconda sfida è in programma mercoledì 13 giugno sempre alle 18 a Lviv contro il Portogallo mentre l’ultima gara è prevista contro la Germania ancora a Kharkiv il 17 giugno alle 20.45. I biancorossi partono nettamente sfavoriti vista la caratura delle dirette avversarie ma, sfruttando l’opaco stato di forma del Portogallo e proseguendo sulla scia dell’entusiasmo, questa nazionale potrebbe fare il colpaccio.

A cura di Carlo Alberto Pazienza, Mario Lorenzo Passiatore, Nicolò Bonazzi e Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *