Connect with us

Non Solo Sport

Renzi e Berlusconi fanno le pentole, senza i coperchi

Pubblicato

|

Berlusconi chiede ai suoi fiducia sul patto del Nazareno

GELO ? PIUTTOSTO ICEBERG – Ormai il gelo tra Matteo Renzi ed Enrico Letta è spesso come un iceberg. Il segretario del Pd, sempre più irritato dall’ acefalo governo di Enrico il Nipote, non perde occasione di stuzzicarlo.  Un impazienza, dovuta alla necessità del sindaco di Firenze di battere il ferro finché  è caldo, ergo mettere in cascina qualche riforma – soprattutto quella elettorale- ed andare successivamente al voto sfruttando il trend  positivo.

LETTA TIRA A CAMPARE – Ovviamente tutto ciò si scontra il tirare  a campare di scuola democristiana che Letta ha impresso all’esecutivo. Inoltre Renzi sta cercando di evitare le insidie degli “amichevoli” suggerimenti per  un suo impegno personale. Entrare nella squadra di governo in questo momento, senza un mandato elettorale, significherebbe buttare alle ortiche ogni chance di vincere le prossime elezioni. Tra l’altro, un insperato sostegno al segretario Pd, è sopraggiunto dal quel Gianni Cuperlo che solo pochi giorno orsono aveva sbattuto la porta in faccia allo stesso Renzim dimettendosi polemicamente dalla presidenza del partito. Cuperlo ha rammentato, a tutti coloro  che stanno tirando la giacchetta di Renzi, che il segretario dei democratici è sempre stato coerente. Al governo si ma solo in caso di vittoria elettorale.

RIMPASTO RENZIANO – Scartata questa ipotesi, potrebbe essere sensato che indichi qualcuno dei suoi per un rimpasto. Del resto Renzi desidererebbe  passare all’incasso subito dopo le europee, sfruttando il probabile effetto trascinamento, di un buon risultato.  Ed avere qualche esponente della sua area nell’ esecutivo, potrebbe accelerare il processo della riforma elettorale*.

PENTOLE SENZA COPERCHI – Sia il Pd che Fi hanno bisogno di più tempo, per “rubarsi gli elettori”. E Napolitano si  metterebbe di traverso al voto immediato. Renzi sta quindi strizzando l’occhio alle colombe del centrodestra, tradite dal ritorno di Casini nelle braccia di Berlusconi e che difficilmente voterebbero M5S in un eventuale ballottaggio. Anche Fi vuole aspettare, soprattutto il risultato delle amministrative, che in Sardegna sembra lo vedano ancora favorito. E qui il gioco delle parti, si inverte visto che Berlusconi sta ammiccando agli elettori grillini, che preferirebbero i lavori forzati piuttosto che votare Pd in un ipotetico ballottaggio con Fi . Però i due hanno sicuramente le pentole in mano ma senza coperchi. Metti il caso che il ballottaggio fosse tra Fi e M5s…a riveder le stelle ?

Buona settimana a tutti ed in omaggio una batteria di pentole con i coperchi!

Giuseppe Folchini

Segui il mio blog

 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending