Connect with us

Focus

Gervinho, il nuovo idolo della Roma giallorossa

Pubblicato

|

Roma, Gervimho vuole un aumento

Idolo vero, Gervai Yao Kouassi, noto a tutti come Gervinho. Tanto personaggio bizzarro nell’aspetto esteriore, quanto calciatore temibile con la palla tra i piedi. Due gol per far sognare la Roma, e per dimostrare a tutti che non è solo corsa e dribbling.

Gervinho con la maglia dell'Arsenal

Gervinho ai tempi dell’Arsenal

AVVIO DIFFICILE- Non era iniziata sotto una buona stella l’avventura giallorossa di Gervinho. Arrivato tra lo scetticismo generale, con le poco rassicuranti credenziali da parte dei media inglesi circa l’abilità dell’ivoriano sotto rete, dopo due stagioni non esaltanti all’Arsenal, in un clima che ancora risentiva della sconfitta nella finale di Coppa Italia, Gervinho si è trovato ben presto ad essere strumento di una tifoseria inferocita contro la proprietà. Di contro, l’ex Arsenal ha avuto fin da subito la fiducia incondizionata di Rudi Garcia, con il quale, nel biennio a Lille, aveva messo a segno 36 gol in 93 partite.

PROTAGONISTA DEL RECORD- La Roma dei record di inizio stagione ha conosciuto tanti protagonisti, dai soliti Totti e De Rossi, agli attesi Pjanic e Castan, ai nuovi Benatia, Maicon, Strootman e, soprattutto, Gervinho. Una furia con la palla tra i piedi, dribbling e scatti a ripetizione, mostrando una condizione atletica invidiabile. Tutto questo è Gervinho, ma non solo. Anche tanti, troppi errori davanti al portiere, a cui facevano da contrappeso i numerosi assist forniti. Prima dell’infortunio patito nel match contro il Napoli, Gervinho aveva messo a segno 3 reti in 8 partite.

L’INFORTUNIO ED IL RITORNO- Costretto a rimanere ai box per circa un mese, ha impiegato un po’ a rientrare in condizione; ma quando l’ha fatto, è tornato a mostrare le sue qualità. Decisivo contro la Fiorentina con due assist, Gervinho ha inserito il suo nome nel tabellino dei marcatori nel match contro il Catania, terminato 4-0, e nel 3-1 sul campo del Verona. E’ in Coppa Italia, tuttavia, che Gervinho si è reso autentico mattatore. il 21 gennaio, grazie ad un suo gol, la Roma sconfigge la Juventus e vola in semifinale. Qui, contro un Napoli mai domo, prima apre le marcature su assist di Totti, e poi, dopo la rimonta da parte degli uomini di Benitez, sigla il definitivo 3-2 nei minuti finali.

Ora nuove sfide attendono “La freccia nera”. Prima il derby, poi il ritorno di Coppa Italia. Con una certezza: è lui il nuovo idolo dei tifosi.

Matteo Masum

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending