Connect with us

Moto Gp

MotoGp, il pagellone dopo i test di Sepang

Pubblicato

|

SportCafè24-Pagelle Pallocca Alessandro

Rieccoci qui, stavolta per le pagelle dei Test malesi di MotoGp tenutisi nel circuito di Sepang. Avere un quadro completo e dettagliato è cosa ardua. I valori che sono emersi sono di difficile comprensione ma attraverso una prima pagella cercheremo di capire la situazione e la posizione dei vari Team e piloti.

10 ALEIX ESPARGARO’: Questo ragazzo spagnolo, oltre ad essere simpaticissimo, è anche molto veloce. Ormai da tempo ci sta abituando a delle performance straordinarie: con la sua CRT (moto che potremmo definire senza mezzi termini inferiori alle normali MotoGp come Yamaha, Honda e Ducati) del team Abraham è riuscito la scorsa stagione quasi sempre ad andare a punti e più volte a piazzarsi davanti alle Ducati ufficiali. Durante questi test però ha fatto ancora di più: si è piazzato in 4à posizione con una moto Open (nuovo termine per definire una CRT) davanti alle Ducati ed alle Honda ufficiali di Bradl e Pedrosa. Eccezionale!

9: VALENTINO ROSSI: In questi tre giorni di test sembra rinato. Gioca, scherza (ha presentato un nuovo casco che potete vedere più in basso) ma quello che più conta è che va forte. È stato l’unico, fino ad adesso, a tenere il passo di Marquez  (anche per lui voto 9 per la velocità che dimostra ogni volta che sale in sella ad una moto, tra l’altro recordman della pista nell’ultimo giorno di test). Ha 10 anni di più del maiorchino ma per ora sembra non sentirli: se continua cosi ci sarà da divertirsi, già a Losail, in Qatar per la prima gara della stagione.

8 DUCATI TEAM: Un otto non per i risultati ma per la fiducia. La Ducati da un anno è stata rilevata dall’Audi, grande gruppo tedesco che in passato ha rilevato SEAT, Skoda e Lamborghini. Dopo un primo (tragico) anno di assestamento l’Audi ha licenziato il team manager Filippo Preziosi ed ha consegnato lo “scettro” all’Ing. dall’Igna, tecnico eccezionale che ha fatto benissimo in SuperBike con l’Aprilia. Mandato via anche Hayden (campione del mondo ancora inspiegabilmente) è stato preso un pilota alla Sic, grintoso in pista, come Cal Crutchlow che nella prima parte della stagione 2013 ha fatto bene per poi scemare durante la seconda parte. I test sono stati positivi solo nell’ultima giornata dove si è visto il potenziale vero con Dovizioso. Se si aggiustano un paio di cosette la Ducati può tornare!

7 LORENZO: Ha sofferto molto in questo test. Diciamo anche che ha avuto solo 2 settimane per prepararsi fisicamente (di più non ha potuto per via dell’operazione per rimuovere le viti alla clavicola). Dice comunque di essere soddisfatto e che non lo preoccupa essere stato per tre giorni dietro a Rossi poiché i due si sono impegnati su due tipi diversi di setup. Anche se adesso sembra un po’ in difficoltà non dimentichiamoci che Jorge non muore mai (non poche volte è stato paragonato all’Alonso della F1)

6 SUZUKI: Per precisione la Suzuki non parteciperà al mondiale 2014 ma a quello 2015. Intanto però prova a sviluppare la moto anche grazie a questi test. I risultati ottenuti non sono male, se si pensa che la casa nipponica ha lasciato nel 2008 (a quell’epoca a guidarla c’era Vermulen e Capirossi), ovvero  un 14° posto con De Puniet (non proprio Stoner) e un 27° posto ( ovvero ultimo della classifica) con il collaudatore Aoki (questo in fine ce lo potevamo aspettare). Le potenzialità ci sono, c’è ancora un anno per lavorarci. Sarà una sopresa?

pagelle motogp: 10 per il nuovo casco di valentino-rossi

pagelle MotoGP: 10 per il nuovo casco di valentino-rossi

5 PEDROSA: il pilota spagnolo ormai non è più lui. Dopo aver sognato di vincere il mondiale 2013, per poi ricredersi subito (dopo aver visto che il suo compagno di box era un piccolo fenomeno) si è perso.  Lorenzo e Marquez lo hanno “sverniciato” di continuo, lui le ha prese tutte. Anche in questo Test ha preso paga dal compagno (quasi 6 decimi in ogni giorno di test, umiliante!). In tutte le storie ci deve essere sempre un eterno secondo, in questo caso è toccato a lui.

4 Moto OPEN/FACTORY: dal 2014 le moto sono di due tipi: FACTORY, ovvero le MotoGP ufficiali che potranno usare solamente 5 motori con una capacità di serbatoio di 20 litri (tutto il resto sarà libero, ma i motori verranno punzonati a inizio stagione e di fatto si congelerà lo sviluppo) e OPEN, ovvero le vecchie CRT che invece avranno a disposizione 12 motori e 24 litri di benzina, ma con la centralina unica della Marelli. Ovviamente le OPEN costano di meno e possono fare molti più test (per questo Ducati sta pensando di iscriversi come team OPEN). Il 4 pieno va anche alla DORNA, la società che gestisce in toto la MOTOGP e che ha creato questa polemica tra i costruttori che non vogliono vedersi limitata la propria creatività con la minaccia di una centralina unica per tutti.

3 MEDIASET: Dopo la RAI, che ha perso i diritti per la Formula1, anche Mediaset si è fatta sfilare da Sky che quest’anno sarà l’unica a trasmettere gli eventi in diretta. Per gli appassionati questo è stato un duro colpo e lo sarà anche per l’audience che molto probabilmente calerà, e di parecchio pure.

2 CASEY STONER: Quest’anno l’australiano continuerà a fare il tester per l’HRC. Mi chiedo, a cosa serve tutto ciò? O si corre per davvero o non si corre; la MotoGp con la sua uscita ha perso molto, speriamo di ritrovarlo l’anno prossimo a gareggiare per davvero (forse proprio con la Suzuki) e non a testare la moto di Marquez&Co (che tra l’altro non ne avrebbero poi tutto questo bisogno).

Le pagelle finiscono qua, un caloroso saluto a tutti voi, ci risentiamo il 26 di febbraio per il primo dei tre giorni di test, sempre a Sepang

Pallocca Alessandro

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending