Connect with us

Cronaca

Aggressione con mannaia in stazione, paura a Milano

Pubblicato

|

Aggressione a colpi di mannaia nella stazione centrale di Milano.
La stazione centrale di Milano.

La stazione centrale di Milano.

Agli addetti alla sicurezza della stazione di Milano che monitoravano le telecamere sarà sembrata la scena di un film splatter, quella che si sono trovati di fronte nella serata di mercoledì. Un trentunenne algerino, in evidente stato di ubriachezza, ha prima percosso e poi ferito a colpi di mannaia da macellaio un altro nordafricano – tunisino – nel sottopassaggio del mezzanino. Colpi ripetuti al braccio e al volto, tali da costringere i medici dell’ospedale Niguarda – dove è stato portata la vittima – a suturare le ferite con oltre 50 punti di sutura. Ignote le cause del gesto, entrambi i protagonisti sono senzatetto e frequentano abitualmente i locali della stazione per cercare riparo notturno. Immediato l’intervento della Polfer, che ha immobilizzato l’aggressore e chiamato il 118 per prestare soccorso al ferito.

L’AGGRESSORE – L’autore di questa follia si chiama Abdel Kader Farth, ed oltre ad essere pregiudicato si è rivelato anche clandestino. Ai reati che già pendevano sulla sua testa, riguardanti resistenza a pubblico ufficiale e furti,  si sommerà il tentano omicidio di mercoledì sera. Dopo la lite nella stazione ha provato a scappare ma è stato prontamente fermato nella vicina via Sammartini. Ironia della sorte, per la vittima – 39enne – oltre al danno va ad aggiungersi anche la beffa, in quanto è risultato essere anch’esso clandestino, e perciò è stato incriminato.

LE REAZIONI – Immediate le polemiche da parte di tutto il centrodestra, da sempre critico nei confronti della politica su immigrazione e sicurezza della giunta comunale presieduta dal sindaco Giuliano Pisapia. “Ottimo esempio di integrazione riuscita ” ha ironizzato l’esponente leghista Matteo Salvini, che ha aggiunto “A casa loro e chi li difende e li coccola!”. L’assessore regionale alla sicurezza Simona Bordonali ha voluto ricordare il precedente di Adam Kabobo, anche lui immigrato irregolare e protagonista di una strage a colpi di piccone per le strade del capoluogo lombardo :”Ha fatto scuola, episodi come questo non possono che far criticare ulteriormente decreto svuotacarceri e abolizione del reato di immigrazione clandestina“.

Simone Viscardi

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending