Connect with us

Basket

Serie A Beko: Cantù perde le ruote di Milano e Brindisi

L’EA7 e l’Enel confermano il loro ottimo momento e mantengono la vetta della Serie A. Male Cantù, Siena, Roma e Venezia. E la Coppa Italia è in arrivo…

Pubblicato

|

David Moss e Keith Langford: equilibrio ed esplosività per Milano.

L’EA7 e l’Enel confermano il loro ottimo momento e mantengono la vetta della Serie A. Male Cantù, Siena, Roma e Venezia. E la Coppa Italia è in arrivo…

Togliendo il maggiore degli addendi il risultato non cambia: l’Emporio Armani Milano ha un potenziale talmente superiore rispetto alla media delle altre squadre della Serie A Beko che riesce ad andare oltre le comuni leggi della matematica e a imporsi anche quando una delle sue stelle non scende in campo. Nel match di domenica, Daniel Hackett è stato tenuto a riposo, ma l’Olimpia si è sbarazzata della Pasta Reggia Caserta grazie a una prova difensiva spaventosa e alla forza d’urto dei suoi lunghi. Lawal, Melli e compagni hanno catturato 51 rimbalzi, mentre Gentile, Langford e Jerrells hanno risolto i piccoli nodi offensivi: la corsa di Milano sembra ormai inarrestabile. Le Final Eight di Coppa Italia saranno il primo trionfo di Luca Banchi sulla panchina più prestigiosa del nostro basket? Anche se, in una kermesse breve e imprevedibile come quella del Forum, potrebbero verificarsi sorprese incredibili, l’EA7 partirà con tutti i favori del pronostico: chi vorrà batterla dovrà compiere un’impresa straordinaria.

David Moss e Keith Langford: equilibrio ed esplosività per Milano.

David Moss e Keith Langford: equilibrio ed esplosività per Milano.

BRINDISI CONTINUA A CORRERE. L’Enel non vuole svegliarsi dal suo sogno: i ragazzi di Piero Bucchi hanno espugnato Cremona e hanno proseguito la loro marcia verso il vertice della Serie A Beko. La rinascita di Massimo Bulleri, la versatilità degli americani e l’entusiasmo dell’ambiente hanno trasformato i pugliesi nella più grande sorpresa di questa stagione: nel tabellone delle Final Eight, Brindisi avrà l’onore – e l’onere – della prima testa di serie: dove arriveranno i bianco-blù?

ACQUA VITASNELLA E INSEGUITRICI STOP. In vista della Coppa Italia, Cantù, Siena, Roma, Sassari e Venezia hanno tirato i freni e si sono lasciate sorprendere dalle loro avversarie. I brianzoli hanno lasciato strada alla voglia di riscatto di Anosike e alla disperata sete di salvezza della Vuelle Pesaro; i Campioni d’Italia sono scivolati a Bologna e hanno regalato alla Granarolo una vittoria scaccia-crisi; i capitolini si sono addormentati al cospetto dell’enigmatica Sidigas Avellino; i sardi si sono arresi all’arrembante Giorgio Tesi Group Pistoia, mentre i lagunari hanno dato l’ennesima prova della loro clamorosa incostanza e si sono lasciati travolgere dalla Cimberio Varese. Se si escludono le due capoliste della Serie A Beko, soltanto Reggio Emilia si è avvicinata alle Final Eight con una vittoria: che cosa succederà nella bizzarra lotteria del Forum? Difficile saperlo: in questi anni, il campionato ha fatto impazzire decine di bookmakers e di scommettitori. Anche se il livello tecnico delle squadre si è abbassato notevolmente, l’assoluta imprevedibilità e il grande equilibrio che hanno contraddistinto la prima metà della stagione lasciano presagire un grande spettacolo. Domenica sera conosceremo l’erede della sei-volte-campione Montepaschi: stay tuned!

Daniel Degli Esposti

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending