Connect with us

Non Solo Sport

4 Febbraio: Giornata mondiale contro il cancro

Pubblicato

|

giornata mondiale contro il cancro
giornata mondiale contro il cancro

4 Febbraio giornata mondiale contro il cancro

Come ogni anno, il 4 febbraio si celebra la giornata mondiale contro il cancro. Queste ricorrenze non hanno il mero scopo di pubblicizzare qualcosa o solo raccogliere fondi: ad ogni anniversario si cerca si sensibilizzare i cittadini verso quella che è la seconda causa di morte dei paesi sviluppati.

SFATARE I MITI –  E’ questo il tema al centro della giornata mondiale contro il cancro del 2014. In particolare, come si può anche vedere dal manifesto di questa edizione, sono 4 i miti a cui si fa riferimento:
1) Non bisogna parlare di cancro
2) Non ci sono segni o sintomi quando si è malati di cancro
3) Non si può fare niente per gli ammalati di cancro
4) Non si ha diritto ad essere curati

Gli appelli degli esperti sono unanimi: innanzitutto gli screening devono essere regolari, e non fatti saltuariamente o solo perché si avverte qualche sintomo. Più il tumore viene identificato nelle fasi precoci, più possibilità ci sono di guarire. Secondariamente bisogna superare la vergogna e i tabù per quanto riguarda tumori che colpiscono il seno o i genitali. Terzo, ma non ultimo, anzi di primaria importanza, tentare di prevenire la malattia: una corretta alimentazione, un deciso no al fumo, attività sportiva regolare e, per esempio, il vaccino contro l’HPV per le ragazze (diminuendo drasticamente la probabilità di sviluppare un cancro alla cervice) sono, per esempio, le principali armi per la prevenzione (ricordiamo anche l’eccessivo consumo di alcol e l’obesità).


DRAMMA POVERTA’
– Altro tema centrale è l’accesso alle cure. Spesso si sente parlare di malati che, versando in condizioni di povertà o inaccessibilità al trattamento,  non ricevono le cure adeguate. C’è bisogno, quindi, di un impegno da parte delle forze politiche a garantire fondi onde evitare queste tragiche situazioni. Ricordando che la salute è un diritto fondamentale di tutti.

Solo nel 2012 sono state 8,2 milioni le morti per cancro. La IARC (International Agency for Research on Cancer), che fa capo all’OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità), ha diffuso alcune statistiche secondo le quali, nei prossimi 20 anni, saranno circa 22 milioni gli ammalati di tumore, con un picco nelle morti che raggiungerà quota 13 milioni. Dati allarmanti e che spingono ad una riflessione su come poter arginare questo fenomeno.

I 4 miti da sfatare per la giornata mondiale contro il cancro

I 4 miti da sfatare per la giornata mondiale contro il cancro

SITUAZIONE ITALIA – In Italia, secondo i rapporti di AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) e AIRTUM (Associazione Italiana dei Registri Tumori), nel 2012 i nuovi casi di cancro registrati sono stati 364 mila, anche se c’è stato un calo della mortalità (il nostro paese ha il record di sopravvivenza a 5 anni). Numeri leggermente in aumento, spiegabili però con l’invecchiamento della popolazione e anche da un peggioramento degli stili di vita. Secondo Roberta De Angelis, ricercatore presso l’Istituto Superiore di Sanità, “Alcuni tumori calano, come quello ai polmoni negli uomini, ma altri sono in aumento, soprattutto quelli legati all’alimentazione come il cancro del colon-retto, oltre al melanoma della pelle e tumore alla prostata”. E infatti il tumore del colon-retto è il più frequente in Italia, a seguire quello della mammella, del polmone e della prostata.  In particolare il cancro al polmone si rivela il più mortale.

Questo si vede soprattutto al Sud dove gli screening oncologici hanno una copertura più bassa. Sempre in quest’area d’Italia c’è una maggiore prevalenza di obesità e sedentarietà, e paradossalmente un minor consumo di frutta e verdura nonostante lì si concentri la produzione” continua De Angelis.

Luca Porfido

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending