Antonio Fioretto
No Comments

Italians play it better: l’Ital-Juve domina con Pirlo e Chiellini

La rubrica settimanale di Sportcafe24.com che analizza i migliori giocatori italiani dello scorso weekend, siano essi di Serie A o di campionati esteri. Questa settimana i migliori sono Pirlo e Chiellini

Italians play it better: l’Ital-Juve domina con Pirlo e Chiellini
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Angelo Palombo, tra i migliori italiani del weekend

Angelo Palombo, tra i migliori italiani del weekend

Dicono che il calcio italiano sia finito. Dicono che siamo alla frutta, che non puntiamo sui giovani e che la nostra scuola è ormai superata da Paesi all’avanguardia, come Inghilterra e Spagna. Dicono, dicono, dicono. Forse, però, non sanno che i nostri continuano a dire la propria in giro per il mondo. Ecco i migliori GIOCATORI ITALIANI dello scorso weekend.

Salvatore Sirigu (PSG): Il portiere del PSG è protagonista nella vittoria complicata contro il Bordeaux. Il risultato si sblocca nel secondo tempo grazie ai gol di Ibra e Alex, ma nella prima frazione l’ex Palermo deve superarsi in un paio di occasioni, tenendo il punteggio sullo 0-0. Al 90esimo risulta decisivo.

Giorgio Chiellini (Juventus): Se inizia anche a segnare così spesso, diventa un fattore. Quarto gol stagionale, quando siamo solo alla 22/ma giornata. A un solo gol dal suo record personale che è di 5 reti (stagioni 2008-2009 e 2009/2010). Per il resto, il solito mastino inarrestabile. Una barriera vera e propria, sulla quale l’Inter sbatte di continuo.

Angelo Palombo (Sampdoria): Welcome back! Bistrattato, criticato, espiato. Si prende la rivincita più bella, quella sul campo. Con una prestazione eccezionale che sublima una stagione altrettanto positiva. Il premio è quello più ambito: il derby va alla Samp.

Andrea Pirlo (Juventus): Keep Calm and pass to Pirlo. Ritorna la frase coniata dai tifosi di mezz’ Italia. Dopo un periodo di apparente appannamento, il Mozart del calcio torna a dispensare giocate geniali. L’Inter e Mazzarri gli lasciano praterie, lui ne approfitta giocando da Pirlo, quello vero. E confuta ogni dubbio: DEVE essere titolare.

Giacomo Bonaventura (Atalanta): Devastante la scorsa annata, in calo nel girone d’andata di quella attuale. Ora, definitivamente, è tornato il Jach che tutti conoscevamo. Spezza il fiato al Napoli con incursioni e inserimenti in stile “loop”. Salta Maggio quando e come vuole. Una spina nel fianco per Benitez, che cade 3-0 sotto i colpi dei bergamaschi.

Ciro Immobile (Torino): Il Pescara di Zeman aveva due fenomeni: Insigne ed Immobile. Lo scugnizzo napoletano sembrava pronto alla ribalta nel calcio che conta. Immobile, tuttavia, ha decisamente scalato le gerarchie. Grazie alla strepitosa stagione di questo Toro rinato sotto la guida di Ventura, il giocatore in comproprietà con la Juve sta incantando tutti per le sue qualità da attaccante moderno. 11 gol in campionato, come Tevez per intenderci. Il gol al Milan è un capolavoro per doti ateltico-fisiche, per tecnica e per furbizia. La Juve si dia una mossa…

Antonio Fioretto (@FiorettAntonio)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *