Connect with us

Calcio Estero

Premier League, il punto sulla 24.ma giornata

Pubblicato

|

Ivanovic, in gol in Paris Saint Germain-Chelsea

Il big-match del Monday Night si tinge di Blue (di Ivanovic – foto in alto – al 32’ il tiro da tre punti) e ora la lotta per il titolo si fa più infuocata che mai. Grazie alla vittoriosa battaglia dell’Etihad, infatti, il Chelsea di Mourinho agguanta proprio il City al secondo posto in classifica a quota 53 e a meno 2 dalla capolista Arsenal, cui basta un Oxlade-Chamberlain formato de-luxe per far suo il derby contro il combattivo Crystal Palace. Tre squadre – e che squadre – in tre punti, quindi, un vero e proprio thriller sportivo che diventa sempre più emozionante e imprevedibile.

UNA POLTRONA PER TRE – Tanto per dare un’idea, il prossimo turno potrebbe concludersi proponendo una classifica da urlo: con un po’ di fortuna, per gli appassionati di questo sport innanzitutto, i Blues (opposti in casa al Newcastle) e il City (atteso sul campo del non irresistibile Norwich) potrebbero infatti approfittare del probabile pareggio dei Gunners nel tempio di Anfield Road – dove il Liverpool è abituato a dettare legge – e il risultato, in tal caso, sarebbe quello di ritrovare tre squadre allineate in vetta, roba da leccarsi i baffi. Però, direbbe il Trap, mai dire gatto finché non ce l’hai nel sacco: tutto può succedere in questa memorabile edizione della Premier League, e le sorprese, Ivanovic docet, sono sempre dietro l’angolo.

José Mourinho (Chelsea)

José Mourinho (Chelsea)

DOVE OSANO GLI SPECIAL – Ne sanno qualcosa i Citizens, che già pregustavano il sorpasso ai danni della corazzata capitanata da Wenger e ora sono invece costretti a leccarsi le ferite. Merito del Chelsea, che ha giocato una gara perfetta e di rarissima intensità, e colpa – se così si può dire – di uno stato di grazia (12 risultati utili consecutivi di cui 11 vittorie: a Sunderland, il 10 novembre, l’ultimo ko) che prima o poi doveva finire. E così è stato, nel luogo meno probabile – il City era ancora imbattuto all’Etihad – e nella circostanza più Special, quella che sembrava offrire l’occasione di cogliere tre gioie con un sol colpo: vendicare la sconfitta subita all’andata (1-2 a Stamford Bridge), allungare sui detestati Blues e scalzare l’Arsenal dal trono. E invece no. Mourinho-Houdini ha tirato fuori dal cilindro un coniglio carnivoro e assetato di sangue, e l’incantesimo del mago di Setùbal ha lasciato il segno. Da infallibili kalashnikov (68 gol messi a segno finora dal City, quasi tre a partita, una media da standing ovation) a pistole ad acqua in soli novanta minuti: ecco la triste metamorfosi dei Citizens al cospetto della squadra di Mou, capace, questa volta, di mettere pure in mostra un football veloce e spettacolare. Xavi e Iniesta dove siete? Non avete niente da dire adesso?

Jay Rodriguez e Rickie Lambert (Southampton)

Jay Rodriguez e Rickie Lambert (Southampton)

NEL SEGNO DELLE TRE ESSE – Oltre al colpaccio del Chelsea, spiccano – in questa 24.ma giornata da incorniciare – le vittorie del Sunderland, dello Stoke City e del Southampton. I Black Cats, lontani parenti della squadra-materasso ammirata, si fa per dire, fino a un mese fa, espugnano la tana del Newcastle con un perentorio 3 a 0 e ora sono quattordicesimi in classifica a pari punti con il Norwich (sconfitto in Galles dal redivivo Cardiff di Ole Gunnar Solskjær), l’Hull (che nel bellissimo KC Stadium mette sotto in lungo e in largo il Tottenham ma alla fine è costretto al pari) e lo Swansea (che nulla può contro un West Ham trascinato da capitan Nolan, doppietta per lui, e caricato a mille dal pareggio raccolto a Stamford Bridge mercoledì scorso). Dalla relegation zone – che per il Sunderland resta ancora letteralmente a due passi – si allontana leggermente anche lo Stoke City, vittorioso per 2 a 1 sul Manchester United (ottava sconfitta per i campioni d’Inghilterra in carica malgrado il ritorno al gol di Robin van Persie) dopo un match che Charlie Adam racconterà ai nipoti – davvero splendido il suo secondo sigillo – e ci sprofonda invece il Fulham, annichilito nella ripresa da quindici minuti di autentico fanta-calcio: 3 a 0 il finale per il Southampton, che non sembra risentire affatto dei guai societari e dà spettacolo sia in difesa (messa a dura prova dai Cottagers durante il primo tempo: sugli scudi il portiere Artur Boruc) che in attacco, dove giganteggiano Lallana, Rickie Lambert e soprattutto Jay Rodriguez, autore di un gol da vedere e rivedere. Da applausi a scena aperta, infine, anche il sensational strike con il quale Mirallas (Everton) mette al tappeto all’85’ il tenacissimo Aston Villa – 2 a 1 il finale per gli uomini di Roberto Martinez – e altrettanto memorabile, ma in senso negativo, lo sciagurato harakiri di Kolo Touré (Liverpool), che al limite dell’area dei Reds appoggia inavvertitamente ad Anichebe (West Bromwich) il pallone dell’insperato e definitivo pareggio.

RISULTATI 24.ma GIORNATA

Manchester City-Chelsea 0-1 (32′ Ivanovic)
Arsenal-Crystal-Palace 2-0 (47’ e 73’ Oxlade-Chamberlain)
West Bromwich-Liverpool 1-1 [24’ Sturridge (L), 67’ Anichebe (W)]
Newcastle-Sunderland 0-3 (19′ rig. Borini, 23′ Johnson, 80′ Colback)
West Ham-Swansea 2-0 (26′ e 45′+1 Nolan)
Cardiff -Norwich 2-1 [5′ Snodgrass (N), 49′ Bellamy (C), 50′ Jones (C)]
Everton-Aston Villa 2-1 [34′ Bacuna (A), 74′ Naismith (E), 85′ Mirallas (E)]
Fulham-Southampton 0-3 (64′ Lallana, 70′ Lambert, 75′ Rodriguez)
Hull-Tottenham 1-1 [12′ Long (H), 61′ Paulinho (T)]
Stoke City-Manchester United 2-1 [38′ e 52′ Adam (S), 47′ van Persie (M)]

CLASSIFICA

Pos.

Squadra

Punti

G

V

N

P

GF

GS

Diff. 12/13

1

Arsenal

55

24

17

4

3

47

21

+17

2

Manchester City

53

24

17

2

5

68

27

+1

3

Chelsea

53

24

16

5

 3

44

20

+7

4

Liverpool

47

24

14

5

5

58

29

+12

5

Everton

45

24

12

9

3

37

25

+4

6

Tottenham

44

24

13

5

6

31

32

+2

7

Manchester United

40

24

12

4

8

39

29

-19

8

Newcastle

37

24

11

4

9

32

31

+13

9

Southampton

35

24

9

8

7

34

27

+12

10

Aston Villa

27

24

7

6

11

27

34

+7

11

Stoke City

25

24

6

7

11

24

38

-5

12

Swansea

24

24

6

6

12

29

35

-10

13

Hull

24

24

6

6

12

23

30

In Championship

14

Sunderland

24

24

6

6

12

25

36

-5

15

Norwich

24

24

6

6

12

19

37

-3

16

West Bromwich

23

24

4

11

 9

28

34

-11

17

Crystal Palace

23

24

7

2

15

15

33

In Championship

18

West Ham

22

24

5

7

12

24

33

-5

19

Cardiff

21

24

5

6

13

19

41

In Championship

20

Fulham

19

24

6

1

17

22

53

-9

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROSSIMO TURNO

Sabato 8 febbraio

Liverpool-Arsenal (ore 13.45)
Sunderland-Hull (ore 16)
Crystal Palace-West Bromwich
Aston Villa-West Ham
Norwich-Manchester City
Southampton-Stoke
Chelsea-Newcastle
Swansea-Cardiff (ore 18.30)

Domenica 9 febbraio

Tottenham-Everton (ore 14.30)
Manchester United-Fulham (ore 17)

CLASSIFICA MARCATORI

23 Luis Suarez (Liverpool)
15 Sergio Agüero (Manchester City)
14 Daniel Sturridge (Liverpool)
12 Yaya Touré (Manchester City)
11 Loïc Rémy (Newcastle)
10 Olivier Giroud (Arsenal)
10 Jay Rodriguez (Southampton)

CLASSIFICA ASSIST

9 Wayne Rooney (Manchester United)
8 Mesut Özil (Arsenal)
7 David Silva (Manchester City)
7 Luis Suarez (Liverpool)
7 Rickie Lambert (Southampton)
6 Steven Gerrard (Liverpool)
6 Aaron Ramsey (Arsenal)
6 Jesús Navas (Manchester City)
6 Olivier Giroud (Arsenal)
6 Jordan Henderson (Liverpool)

Enrico Steidler

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending