Redazione

Palermo, si sblocca Sannino. Profilo dell’allenatore: passato – presente – futuro

Palermo, si sblocca Sannino. Profilo dell’allenatore: passato – presente – futuro
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Accordo raggiunto tra il Palermo ed il tecnico Sannino per la prossima stagione

PALERMO – Finisce la telenovela tra il Siena, il Palermo e Sannino: l’accordo è stato trovato è verrà formalizzato la settimana prossima. Accordo biennale da 900 mila euro all’anno. Ripercorriamo insieme la storia calcistica del tecnico Sannino.

Giuseppe Sannino nasce ad Ottaviano il 30 Aprile 1957. Ritiratosi dal calcio giocato, dopo aver militato dal 1975 al 1988 gioca per Varese, Milanese, Trento, Voghera, Fanfulla dove vince una Coppa Italia Serie C, Pavia, Spezia, Vigevano e Entella, ottiene un posto di lavoro come ausiliare all’Asl di Voghera, dove lavorava per più di sette ore al giorno cominciando il turno alle 6 del mattino; concludeva la giornata recandosi a Monza dove cominciò ad allenare. Il suo credo calcistico è un 4-4-2 di stampo sacchiano.

Ottimo tecnico e grande motivatore, dopo essere stato nei settori giovanili del Voghera, del Pavia e del Monza, nel 1996 allena l’Oltrepò. Nel 1997 torna ad allenare le giovanili questa volta del Como mentre dal 1999 al 2008 ha allenato Biellese, Südtirol-Alto Adige (vittoria del campionato di Serie D), Meda, Sangiovannese, Varese, Cosenza, Lecco (promozione in Serie C1 dopo il secondo posto finale) e Pergocrema (vittoria del campionato di Serie C2).

Dal 2008 torna alla guida del Varese, portandolo in due stagioni dalla Seconda Divisione alla Serie B dove nel primo anno vince il campionato, nel secondo supera i play-off dopo il secondo posto finale. Durante la stagione 2010-2011 conduce il Varese al quarto posto in classifica di Serie B e quindi ai play-off, persi in semifinale. A fine stagione viene inserito nella formazione “Top 11” della Serie B quale miglior allenatore.[

Il 6 giugno 2011 passa sulla panchina del Siena, con un contratto biennalea poco meno di 250.000 euro annui. Nell’avventura toscana si porta dietro Francesco Baiano come secondo. Riesce a condurre la squadra senese ad una tranquilla salvezza, piazzandosi 14º nella classifica finale. Nel 2012 raggiunge un traguardo storico con la squadra bianconera, ossia la semifinale di Coppa Italia in cui la squadra viene eliminata dal Napoli poi campione.

Ora lo attende un’avventura focosa in quel di Palermo con quel vulcano di Presidente di Zamparini, che certamente non è tenero con i suoi con i suoi allenatori e non le manda di certo a dire. Sicuro è che Sannino può fare davvero bene in questa città: è un vero e proprio sergente di ferro che sa farsi rispettare.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *