Redazione

Euro 2012 Report -6, la giornata del Girone A

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

DANZICA – 6 giorni all’inizio dell’Europeo. Polonia e Grecia si dedicano alla preparazione, mentre Russia e Repubblica Ceca si sono dedicate alle amichevoli: la prima è uscita vittoriosa dall’incontro con l’Italia, la seconda sconfitta dall’Ungheria.

POLONIA – Venerdì Varsavia è stata flagellata dalla pioggia, ma questo non ha impedito a diverse centinaia di ragazzi di assistere alla seduta di allenamento della Polonia.Il Ct Francisek Smuda e il capitano Jakub Błaszczykowski sono stati favorevolmente colpiti dall’entusiasmo di tifosi e media nei confronti della squadra. Ecco le parole del Ct: “L’atmosfera è fantastica e questo ci aiuta. In passato non è stato sempre così, ma stiamo cercando di creare una squadra in grado di giocare un bel calcio. Sono felice del fatto che siamo la seconda squadra più giovane dopo la Germania, ma questo rappresenta anche un rischio, perciò dobbiamo continuare a migliorare“. Błaszczykowski ha aggiunto: “I tifosi potranno aiutare a fare bene, saranno il nostro uomo in più”.

REPUBBLICA CECA – Dopo la sconfitta in amichevole contro l’Ungheria, la Repubblica ceca è pronta a fare rotta verso Wroclaw. Il Ct Michal Bílek ha ribadito che la battuta d’arresto contro i magiari non incrinerà l’ottimismo che regna in squadra: “Abbiamo subito un gol evitabile, tutto qui“. La squadra di Bílek ha ottenuto una percentuale di possesso palla superiore al 70%, ma l’assenza di Tomáš Rosický (polpaccio) si è rivelata pesante, tanto che nella ripresa non ci sono state chiare occasioni da rete per i cechi. “Quando lui è in campo la nostra qualità aumenta. Tomáš riprenderà ad allenarsi con noi lunedì. Sta bene e conto su di lui per la partita contro la Russia”.

GRECIA – –Dopo due giorni di riposo, la nazionale greca si allenerà al centro tecnico di Agios Kosmas e decollerà alla volta di Varsavia. Takis Fyssas, team manager della nazionale, ha espresso il suo parere sulle prospettive elleniche in vista del torneo in Polonia e Ucraina: “Il sorteggio non è stato malvagio, ma ora dovremo fare la nostra parte. Ai Campionati Europei non esistono squadre deboli, la Polonia ad esempio può contare su molti giocatori reduci da un’ottima stagione nel campionato tedesco. Anche la Repubblica ceca ha qualche asso nella manica, pur non essendo più quella del 2004, mentre la Russia vanta da sempre una grande tradizione. Non posso dire che supereremo il girone di sicuro, ma certo non partiremo sfavoriti. Abbiamo i mezzi per riuscirci, ma dovremo affrontare una gara alla volta”.

RUSSIA – Ottima prova della Russia che contro l’Italia, in amichevole in Svizzera, vince 3-0 mandando in crisi una squadra già provata dalle mille e più vicissitudini che sta attraversando. Le reti messe a segno dalla squadra di Advocaat portano le firme di Kerzakhov e la doppietta di Shirokov.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *