Connect with us

Prima Pagina

Road to Brasil 2014, il girone D: andiamo Italia, senza paura!

Pubblicato

|

Suarez e Cavani, tandem stellare dell'Uruguay

Suarez e Cavani, tandem stellare dell’Uruguay

Quarta tappa della rubrica settimanale Road to Brasil 2014. Detto del gruppo C, eccoci quest’oggi ad analizzare il girone D. Quello forse più difficile dell’intero Mondiale. Quello che vede coinvolta la nostra Italia, inserita in un raggruppamento da brividi con Uruguay, Inghilterra e Costa Rica. Per gli azzurri il passaggio del turno è tutt’altro che scontato.

LA FAVORITA – Noi però ci crediamo. E’ l’Uruguay la testa di serie del girone e con l’Inghilterra dei vari Rooney, Gerrard e Lampard non si scherza. Ma l’Italia può dire la sua. L’Italia deve dire la sua. Gli inglesi potrebbero arrivare all’appuntamento con le pile scariche, visto l’enorme dispendio psico-fisico che i giocatori militanti in Premier League si trovano a dover affrontare nell’arco della stagione. E l’Uruguay, nonostante una coppia d’attacco micidiale, è approdata al Mondiale solo dopo lo spareggio con la Giordania. Ecco allora che i ragazzi di Cesare Prandelli possono davvero sperare nel primo posto. Sarà fondamentale la prima gara con l’Inghilterra: in caso di successo gli azzurri avrebbero la strada spianata verso la qualificazione, e con una nuova vittoria nel secondo match con la non irresistibile Costa Rica il primo posto sarebbe realtà. Altrimenti diventerebbe decisiva l’ultima gara contro l’Uruguay. Il rischio è dietro l’angolo: con un girone di ferro come questo, basta il minimo errore per passare dalle stelle alle stalle. E dopo il flop di Sudafrica 2010 sbagliare di nuovo è davvero vietato.

LA STELLA DEL GIRONE – Ci crediamo, si è detto. E allora la stella del girone deve essere un italiano, magari quel SuperMario Balotelli che da anni ormai è l’emblema dello ‘genio e sregolatezza’ che tanto divide i tifosi. C’è chi lo odia e chi lo ama, le vie di mezzo con l’attaccante del Milan non sono accettate. I fari saranno però puntati anche su Giuseppe Rossi, infortunio permettendo. Con una coppia d’attacco così, nulla è impossibile. Occhio però agli altri top player del girone: Cavani-Suarez mettono i brividi solo a nominarli, Rooney è assolutamente un attaccante da non sottovalutare. Un girone di ferro, con tanti calciatori di grande spessore a svolgere il ruolo da protagonisti. Non c’è che dire: ci sarà da divertirsi.

GLI AVVERSARI – Diamo uno sguardo anche alle temibili avversarie dell’Italia. L’Uruguay, inserita come testa di serie del girone, ha tutte le carte in regola per superare il turno. Il tandem d’attacco formato da Cavani e Suarez è un vero portento, ma anche negli altri reparti la compagine di Oscar Tabarez è ben fornita: Muslera, Maxi Pereira, Caceres, Godin, Gargano e Gaston Ramirez. Un buon collettivo dunque, come d’altronde quello dell’Inghilterra di Roy Hodgson. Hart tra i pali, Phil Jones, Ashley Cole, Lescott, Baines, Cahill e Smalling in difesa. I vari Gerrard, Lampard, Carrick, Wilshere e Milner a centrocampo e i temibili Rooney, Walcott, Sturridge e Welbeck in attacco. C’è l’imbarazzo della scelta. Occhio pure alla Costa Rica: il livello dell’undici titolare è tutt’altro che irresistibile, ma i ‘Tricolor’ potrebbero trarre vantaggio dalle alte temperature che caratterizzeranno il torneo. E il ct Prandelli ha già messo in guardia i suoi: contro la Costa Rica infatti si giocherà alle 13 locali. Il girone si preannuncia infiammato.

CALENDARIO

14 giugno, ore 16 (21 italiane) Uruguay-Costa Rica@ Fortaleza
14 giugno, ore 18 (00 italiane) Inghilterra-Italia @ Manaus
19 giugno, ore 16 (21 italiane) Uruguay-Inghilterra @ Sao Paulo
20 giugno, ore 13 (18 italiane) Italia-Costa Rica @ Recife
24 giugno, ore 13 (18 italiane) Italia-Uruguay @ Natal
24 giugno, ore 13 (18 italiane) Costa Rica-Inghilterra @ Belo Horizonte

Matteo De Angelis

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending