Redazione

Seppi diventa grande: è agli ottavi del Roland Garros

Seppi diventa grande: è agli ottavi del Roland Garros
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

PARIGI, 2 GIUGNO – Andreas Seppi è agli ottavi di finale di un Grande Slam per la prima volta in carriera; una qualificazione meritata dopo una battaglia contro lo spagnolo Fernando Verdasco (7-5 3-6 6-3 4-6 6-2) in 3 ore e 23 minuti. 

Grandissimo Seppi che ha superato con merito il più accreditato avversario gestendo al meglio le fasi cruciali della partita. Seppi vince il primo set in rimonta dal 2-5 per Verdasco sfruttando al massimo un doppio fallo sulla palla break del 5-5. Nel secondo set invece non riesce a recuperare il break al quinto gioco che permette a Verdasco di andare sul set pari. Ancora i doppi falli dello spagnolo permettono ad Andreas di salire 3-1 e servizio del terzo parziale; Seppi dà il massimo in questa partita, giocando un ottimo tennis sopratutto dal punto di vista della varietà dei colpi (non proprio lo stile di gioco dell’altoatesino). Verdasco continua ad essere falloso e va sotto 2 set a uno. Nel quarto l’italiano ha un passaggio a vuoto, ma è  solo per ricaricare le pile e dare tutto nel quinto. Il 73% dei punti vinti sul primo servizio, quasi il doppio dei vincenti rispetto allo spagnolo, sono alcuni dei dati statistici che hanno fatto la differenza in un match ove l’italiano è stato semplicemente il migliore nei punti decisivi. Ora arriva Djokovic!

FEDERER OK MA INSODDISFATTO – “Non mi è piaciuto il mio tennis oggi” – così Roger Federer ha commentato il match vinto contro il francese Mahut per 6-3 4-6 6-2 7-5; lo svizzero regala il secondo set del torneo con un netto passaggio a vuoto nel secondo parziale. E’ un Federer non particolarmente in forma e a suo agio sul lento rosso di Parigi, peggiore del giocatore ammirato fino alla passata stagione in cui sconfisse addirittura Djokovic in un match epico in semifinale. Tutti i suoi fans sperano che siano piccoli passaggi a vuoto dettati soprattutto dal fatto di giocare contro modesti avversari.

DJOKO FACILE – Nessun problema per Novak Djokovic che strapazza il francese Devilder con il punteggio di 6-1 6-2 6-2. Partita senza storia, gestita al meglio per il serbo che ha conservato energie per le future battaglie, Seppi compreso?

FOGNINI OUT A TESTA ALTA – Ci ha provato Fabio, ma quando Tsonga si mette in testa di giocare a Tennis risulta più chiaro il perchè il francese occupi la posizione numero 5 del ranking. Il grande “Jo” chiude in 3 set contro un ottimo Fognini che ha provato a giocarsi la partita a viso aperto senza però trovare regolarità tra punti di ottimo tennis ed errrori da principiante. Nel primo set Tsonga recupera un break iniziale dallo 0-2 a 4-2, va a servire per il set sul 5-4 ma subisce nuovamente il break dell’italiano; con superiorità strappa di nuovo il servizio e chiude 7-5. Nel secondo set la storia si ripete con il francesce più abile a contro-breakkare il ligure ogni volta che quest’ultimo prova a metterlo in difficoltà: 6-4. Con lo stesso punteggio il numero 5 del mondo chiude il terzo set.

Daniele Maimone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *