Connect with us

Focus

Inter, adesso devi provarci

Pubblicato

|

Rodrigo Palacio, attaccante dell'Inter
Walter Mazzarri

Walter Mazzarri sembra aver trovato nuovi equilibri

Inter/terzo posto, missione impossibile? Fino a qualche settimana fa la risposta sarebbe stata abbastanza netta e di certo negativa, ma ad oggi, gli ultimi risultati, frutto di un’accurata revisione a livello tattico, sembrano poter portare in un’altra direzione.

NUOVI EQUILIBRI – Dopo l’eclissi di metà stagione, Mazzarri sembra aver finalmente rinserrato le fila in vista del gran finale, trovando nuovi equilibri e soluzioni offensive più efficaci. Il vero problema dell’Inter tra Novembre e Dicembre, nonostante i troppo gol subiti, non era stata la difesa ( di certo non impeccabile) ma piuttosto un centrocampo troppo molle e spesso mal posizionato ( distanze eccessive tra i reparti, errori in fase di copertura), per non considerare poi un attacco più sterile che mai, causato soprattutto dal prolungato digiuno di Palacio-che però aveva fatto ampiamente il suo nella prima parte di stagione-e da un Milito non proprio nella condizione migliore. L’anno nuovo, però, sembra aver portato nuova linfa fra i nerazzurri, con Mazzarri che ha deciso di passare alle due punte effettive, anche in virtù del prezioso recupero di Icardi ( che negli ultimi incontri ha preso il posto di Milito) e più qualità a centrocampo, con l’utilizzo simultaneo di Guarin e Alvarez e un Cambiasso tornato ad alti livelli. Il recupero di Samuel, infine, è servito per dare quel tocco di soldità ed esperienza in più ad un pacchetto arretrato che aveva assoluta necessità di un leader.

SOGNO TERZO POSTO – L’Europa è ormai a portata di mano, ma i tifosi non si accontentano e sognano il colpo grosso: quel terzo posto che significherebbe la possibilità di andarsi a giocare la Champions. Se nelle prossime partite il Napoli, che giocherà contro Roma e Juve, dovesse rallentare ancora, allora gli uomini di Mazzarri potrebbero veramente cominciare a crederci, anche perché nel girone di ritorno lo scontro diretto tra Inter e Napoli sarà proprio a San Siro, non proprio una formalità. 12 partite rimaste, non sono poche, come non sono pochi 36 punti potenziali e dunque, finchè la matematica non dirà il contrario, perché non crederci?

Calogero Destro

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending