Antonio Casu
No Comments

Juventus: il rinnovo di Conte è solo una formalità. Futuro alla Ferguson per lui

Pronto per il tecnico il prolungamento del contratto fino al 2018 ed un adeguamento dell'ingaggio

Juventus: il rinnovo di Conte è solo una formalità. Futuro alla Ferguson per lui
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Juventus e Antonio Conte, storia di un amore che continuerà. Manca ancora l’ufficialità, ma il tecnico leccese è vicino a trovare un’intesa con la dirigenza bianconera per il rinnovo del suo contratto,  in scadenza nel 2015. L’accordo verrà prolungato fino al 2018 con un conseguente aumento dell’ingaggio, che oscillerà tra i 3 e i 4 milioni di euro a stagione (in linea con gli stipendi medi dei grandi tecnici europei). Si scongiurerà così qualunque ipotesi di addio a fine stagione di Conte, ricercatissimo da diversi club in Premier League, e non solo.

Antonio Conte e Giuseppe Marotta

Antonio Conte e Giuseppe Marotta

DA ALLENATORE A MANAGER – Le novità non si fermano qui: Conte avrà un ruolo dirigenziale più rilevante. Non sarà più il classico allenatore all’italiana, responsabile unicamente delle questioni “di campo”, ma diventerà un manager all’inglese, con potere decisionale più importante sul mercato. Il tecnico affiancherà Marotta e Paratici nelle trattative e nella scelta dei profili giusti per migliorare ulteriormente la Juventus, chiaro segnale della grande fiducia riposta dalla dirigenza in lui, emblema della rinascita bianconera negli ultimi tre anni.

PAROLE AL MIELE – Il perfetto feeling tra le parti risulta evidente anche nelle parole pronunciate da Conte negli ultimi giorni  – “Questa è casa mia” – e Marotta, che, intercettato a margine del decennale dell’Associazione parlamentare Giovanni Agnelli Juventus Club, ha rilasciato queste dichiarazioni: “Fa piacere l’attestato di stima che Conte ha fatto nei confronti della nostra società, della nostra gente e di Torino. E’ il nostro allenatore e da parte nostra c’è la volontà di continuare cosi”. E ancora: “Rinnovo a breve? Fra allenatore e società è solo una questione formale. Lui sta bene con noi e con il presidente Andrea Agnelli avrà l’opportunità di incontrarsi e parlare al momento opportuno”. E sul paragone con l’ex tecnico del Man. United: “Ferguson è stato allenatore del Manchester United per un lungo periodo, questo è il riferimento poi si sa che la mentalità del calcio italiano è diversa, ma per noi Conte è un punto di riferimento importante”. I successi si costruiscono prima di tutto con una guida tecnica stabile al quale dare fiducia, e alla Juventus sembrano averlo capito molto bene.

Antonio Casu

@antoniocasu_

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *