Fabio Pengo

Euro 2012 Report -6, la giornata del girone C

Euro 2012 Report -6, la giornata del girone C
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

DANZICA, 2 GIUGNO – L’amichevole fra Italia e Russia di ieri sera ha stravolto gli equilibri del girone C, dove venivano accreditate come grandi favorite le Furie Rosse e la nazionale di Prandelli, uscita largamente dimensionata da una sconfitta così importante e marcata. Oggi tutti hanno la facoltà di sperare e credere nel passaggio del turno e possiamo dire con certezza solo che ogni gara farà storia a sè, in una rincorsa frenetica verso la qualificazione ai quarti di finale. Chissà che il basso profilo croato non riveli, alla resa dei conti, sorprese indigeste a Madrid e Roma? E dove potrà arrivare il Trap, mago della panchina giramondo?

ITALIA – Ieri sera la Russia ha steso l’Italia con un secco 3-0 che ha messo in luce le chiare difficoltà che la squadra di Prandelli ha nel reparto difensivo a meno di una settimana dall’inizio di Euro 2012. Nel primo tempo gli azzurri partono bene mostrando un buon palleggio a centrocampo, anche grazie alla mai banale regia di Pirlo, e una buona intesa tra Cassano e Balotelli. Al minuto 7 Pirlo serve con un lancio in profondità Balotelli che stoppa molto bene e calcia in porta, ma Malafeev non si fa sorprendere. La Russia sfrutta le ripartenze per avvicinarsi alla porta difesa da Buffon e per ben tre volte viene agevolata dalla cattiva posizione dei difensori azzurri pur non riuscendo a trovare il gol: ci prova prima Kherzakov che centra il palo, poi  Zhirkov che calcia alto dopo aver messo a sedere Maggio ed infine Zyryanov svirgola clamorosamente un rigore in movimento. Il secondo tempo riparte sulla falsa riga del primo con Cassano che ,servito con lancio morbido da Balotelli, stoppa di petto la palla e calcia al volo sfiorando la traversa. Ma al 59° minuto Kherzakov viene servito in maniera stupenda da Arshavin e batte De Sanctis con un rasoterra preciso. Da questo momento in poi la squadra di Prandelli viene annullata dalle continue incursioni della Russia che trova il gol del 2-0 soprattutto grazie ad un errore congiunto di Maggio e De Sanctis che regalano il pallone a Shirokhov che segna a porta sguarnita. All’ 88′ la squadra russa si porta sul definitivo 3-0 ancora con Shirokhov che sfrutta un ulteriore svarione difensivo di Maggio che lo mette in condizioni di battere facilmente il portiere italiano. L’ultima scintilla azzurra la si vede ad un minuto dal termine con Balotelli che impegna Akinfeev con un gran tiro deviato sulla traversa.

SPAGNA – Analizziamo gli scontri diretti con le prossime avversarie della Spagna: con la Croazia sarà il primo incontro in partite ufficiali: per ora il bilancio parla di una vittoria a testa e due pareggi. Dopo l’indipendenza, la Croazia affronta la Spagna per la prima volta a Valencia il 23 marzo 1994, battendola 2-0 con gol di Robert Prosinecki e Davor Šuker. L’ultimo confronto tra Irlanda e Spagna risale invece agli ottavi del Mondiale FIFA 2002, deciso ai calci di rigore con la Spagna vittoriosa 3-2. Il bilancio della Spagna nei 24 confronti precedenti è di 13 vittorie, 7 pareggi e 4 sconfitte. In gare ufficiali, il bilancio è di 8 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte. La Spagna è imbattuta nei sei confronti contro l’Irlanda nelle gare di qualificazione avendo ottenuto quattro vittorie e due pareggi. Per la prima volta le due squadre si sfideranno nella fase finale degli Europei. Il prossimo di domenica, sarà il 30° confronto fra le ultime due vincitrici della Coppa del Mondo, Italia e spagna: il bilancio totale è di 10 vittorie per gli azzurri contro le 8 spagnole ed 11 pareggi. La Spagna non ha mai battuto l’Italia in competizioni ufficiali in 6 precedenti, con 3 sconfitte ed altrettanti pareggi. L’ultimo precedente risale ai quarti di finale di Euro 2008, vinti ai calci di rigore dopo lo 0-0 dei 120′.

REPUBBLICA D’IRLANDA – L’Irlanda ha deciso di abbandonare il basso profilo in vista di UEFA EURO 2012, tanto che Richard Dunne ha ribadito che la squadra proverà ad andare fino in fondo: “Dobbiamo essere convinti di poter vincere il torneo. Siamo sugli stessi livelli di tutte le altre squadre, perciò con un pizzico di fortuna potremo andare lontano“. Gli unici dubbi per la formazione di Giovanni Trapattoni riguardano gli infortunati. Shay Given non si è allenato in mattinata, a causa di alcune vesciche sotto il piede, ma proprio come Dunne sarà disponibile per l’ultima amichevole di preparazione, in programma lunedì contro l’Ungheria L’Irlanda, imbattuta da 13 gare, ha lasciato la Toscana per trasferirsi a Budapest e nelle prime ore di martedì sbarcherà a Gdansk.

 CROAZIA – La squadra di Mister Bilic è pronta ad affrontare stasera l’ultimo test prima della partenza ufficiale dei campionati Europei: l’avversario di turno sarà la Norvegia guidata da Egil Olsen, che non ha raggiunto la qualificazione alle fasi finali di Euro 2012 superata nel girone da Danimarca e Portogallo. La Croazia appare decisamente in salute e questo test match potrebbe lanciare segnali forti ad un Italia sprofondata nel confronto con la Russia di ieri sera. Ecco le probabili formazioni per l’amichevole di questa sera:

Norvegia (4-4-2): Jarstein; Hogli, Hangeland, Demidov, Riise; Braaten, Grindheim, R.Jenssen, Pedersen; Huseklepp, Abdellaoue all. Egil Olsen

Croazia (4-4-2) Pletikosa; Srna, Corluka, Simunic, Vida; Modric, Dujmovic, Rakitic, Pranjic; Olic, Eduardo. All. Bilic

La Norvegia, se vuole uscire indenne dal difficile confronto, dovrà prestare grande attenzione ai giocatori offensivi croati: Modric, Pranjic, Rakitic, Olic ed Eduardo rappresentano un mix di gioventù ed esperienza davvero invidiabile e pronto a sconvolgere i piani delle più quotate avversarie europee.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *