Redazione
No Comments

Serie B, Crotone-Siena 0-0: finisce a reti inviolate il posticipo del lunedì

Tante occasioni per i padroni di casa, super Farelli para rigore su Crisetig

Serie B, Crotone-Siena 0-0: finisce a reti inviolate il posticipo del lunedì
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Son più due punti persi che uno guadagnato per il Crotone. La squadra di Drago, in superiorità numerica dal 36′ del primo tempo, fallisce tante occasioni da gol; il Siena, complice l’uomo in meno, porta a casa un punto prezioso, ma ha sempre dato la sensazione di poter giocare anch’essa per la vittoria.

Il rigore parato da Farelli

Il rigore parato da Farelli

PRIMO TEMPO –  Il match comincia con rapidi capovolgimenti di fronte, è piú del Crotone la prima frazione di gioco, i giovani ragazzi di Drago spingono senza timore sulle fasce soprattutto a destra con Del Prete e tentano anche le incursioni centrali con il promettente Dezi che allunga sulla punta Diop, (neo arrivato dal Torino, via Juve Stabia) ma senza fortuna; il Siena, con la sua diga a centrocampo composta dai tre d’esperienza Valiani capitan Vergassola e Pulzetti, riesce a contrastare le avanzate dei padroni di casa. Ma al 36′ sale in cattedra l’arbitro Pairetto che fischia un calcio di rigore (contatto evidente) a Diop che dopo aver ricevuto un cross dalla destra di Matuidi viene spinto da Matheu e successivamente atterrato dal portiere in uscita Lamanna, che viene espulso scatenando le proteste di tutta la squadra senese. Entra il portiere Farelli dalla panchina senese e subito si mostra in giornata parando un calcio di rigore ben piazzato da Crisetig: Si dimostrerà in gran spolvero durante il match.

SECONDO TEMPO –  Nella ripresa il Crotone cerca subito di partire forte, attaccando il Siena nella sua metacampo e ci prova subito con il tiro da fuori area ben calibrato di Bernardeschi che finisce di poco sul fondo. Il Siena sa soffrire e cerca di ripartire attraverso le incursioni laterali di un buon Angelo e grazie alla tecnica e alla grinta di Rosina, che si dimostra indispensabile per la squadra bianconera, capace di far salire la squadra e dettare passaggi interessanti, nonostante l’uomo in meno. C’è piú Crotone in questa frazione di gioco, ma il Siena si difende con ordine, ha dalla sua un ottimo Farelli che risulta decisivo sui tiri di Dezi, sul colpo di testa di Suagher ma soprattutto sul tiro di Giannone (subentrato ad un positivo Bernardeschi) che scarica una vera e propria cannonata da fuori area ben piazzata che Farelli con un’elasticità e dei riflessi straordinari riesce a neutralizzare.

Beretta avverte il pericolo crescente dei padroni di casa e fa entrare il neo arrivato Plasmati al posto di Rosseti (partita di sacrificio la sua) per guadagnare metri e calci di punizione in grado di far rifiatare la squadra. Nel finale Siena pericoloso con Rosina su cross di Angelo e Crotone che continua a cercare il gol della vittoria senza successo.

 Nonostante lo 0-0 partita ricca di occasioni, più rossoblu che bianconere (complice anche l’espulsione troppo frettolosa di Lamanna nel primo tempo), Crotone sprecone ma anche sfortunato, complice l’ottima prova di Farelli; Siena operaio che nonostante l’uomo in meno ha fatto pesare l’esperienza di molti suoi uomini in campo e si è anche reso pericoloso fino alla fine nonostante il gap numerico sin dal primo tempo.

Alessandro De Agostini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *