Antonio Scali

Euro 2012 report -7: la giornata del girone D

Euro 2012 report -7: la giornata del girone D
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

KIEV, 1 GIUGNO 2012- Manca solo una settimana all’inizio ufficiale degli Europei 2012 di Polonia e Ucraina. Le sedici protagoniste scaldano i motori con le ultimissime amichevoli cercando di evitare infortuni e  risolvere alcuni dilemmi tattici. Seguiamo come ogni giorno il cammino di Inghilterra, Francia, Ucraina e Svezia impegnate nel girone D.

FRANCIA- Ieri la nazionale di Blanc ha affrontato in amichevole la Serbia battuta 2-0 grazie ai gol di Ribery e Malouda. Vittoria agevole per i galletti transalpini dopo aver stentato contro l’Islanda. Mancano dieci giorni all’esordio nel big match con l’Inghilterra ma i francesi devono far fronte a qualche infortunio di troppo: Yann M’Vila ha rimediato una distorsione alla caviglia ed è uscito anzitempo in lacrime. Da valutare nei prossimi giorni le sue condizioni. Bloccati per il momento in infermeria anche Mandanda e Matuidi che precauzionalmente non giocheranno martedì contro l’Estonia.

INGHILTERRA- Calcio e non solo. La nazionale dei tre leoni nella prossima settimana farà visita al campo di concentramento di Auschwitz e nel frattempo Gerrard e compagni hanno incontrato alcuni sopravvissuti all’eccidio nazista. Intanto dal campo arrivano brutte notizie: Lampard non farà parte dei 23 perché ha rimediato un infortunio alla coscia che lo ha costretto a dare forfait. Al suo posto il Ct ha convocato Jordan Henderson del Liverpool.

SVEZIA- Destano preoccupazioni le condizioni di Elmander dopo aver rimediato una frattura al piede tra il terzo e il quarto metatarso. Il giocatore sente molto dolore nonostante sia ormai di fatto guarito dall’infortunio. I medici svedesi stanno studiando una particolare suola fatta su misura che potrebbe permettergli di scendere in campo senza sentire male.

UCRAINA- Stasera la squadra di Blockin affronterà in amichevole l’Austria. Nelle ultime uscite i gialloblu hanno fatto abbastanza bene e si candidano a essere una delle possibili rivelazioni del torneo. Ne è sicuro l’uomo simbolo di questa nazionale: Shevchenko. Staseremo a vedere, ormai manca pochissimo.

Antonio Scali

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *