Daniel Degli Esposti
No Comments

Il PSG si blocca anche a Guingamp: finisce 1-1

La squadra di Blanc si salva all'87 grazie a una rete di Alex, che ha pareggiato il gol di Yatabaré.

Il PSG si blocca anche a Guingamp: finisce 1-1
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il PSG pareggia 1-1 a Guingamp e non supera le difficoltà degli ultimi giorni. La rete di Alex evitato ai parigini una sconfitta che sarebbe stata clamorosa

Il periodo buio del PSG continua: dopo la clamorosa eliminazione dalla Coppa di Francia, la squadra di Laurent Blanc ha stentato anche sul campo del Guingamp. L’1-1 finale è stata la fotografia di una gara difficile e incolore, che i parigini hanno salvato soltanto grazie alla rete di Alex.

Alex e Ibrahimovic, due dei pochi giocatori del PSG capaci di meritarsi la sufficienza nel pareggio di Guingamp.

Alex e Ibrahimovic, due dei pochi giocatori del PSG capaci di meritarsi la sufficienza nel pareggio di Guingamp.

PRIMO TEMPO SCIALBO. La prima frazione di gioco è stata contraddistinta dal grande tifo del pubblico di Guingamp: l’arrivo del PSG ha scaldato i tifosi della cittadina francese e ha reso magica l’atmosfera dello Stade de Roudourou. Anche se Ibrahimovic ha messo paura al portiere avversario, l’inconcludenza di Pastore e la scarsa brillantezza dei suoi compagni ha alimentato le speranze dei padroni di casa. L’ottimo Alioui ha creato non pochi grattacapi alla difesa dei campioni in carica e ha guidato i suoi nella missione più difficile del loro campionato: fermare la corazzata dello sceicco.

YATABARÉ ILLUDE, ALEX RIMEDIA. L’intervallo non ha risvegliato il PSG dal letargo in cui è piombato negli ultimi giorni: Thiago Motta non ha garantito le solite geometrie e Cavani non ha mostrato segnali molto incoraggianti. La grinta di Matuidi e il talento di Ibrahimovic non sono bastati a salvare i parigini dalle sabbie mobili di Guingamp: con il trascorrere dei minuti, i padroni di casa hanno preso fiducia e hanno cominciato a sognare di strappare un punto ai campioni in carica. All’84, lo stacco di testa di Yatabaré ha evidenziato le lacune di Marquinhos e, soprattutto, ha portato in vantaggio Davide: Golia ha tremato per tre minuti e ha temuto di cadere sotto i colpi del suo piccolo avversario finché Alex ha trovato lo spunto che gli ha consentito di rimediare alla disattenzione del suo compagno di reparto. Lo squillo del sostituto di Thiago Silva ha fissato il risultato sull’1-1.

CALO FISIOLOGICO O ALLARME? Nelle ultime settimane, il PSG ha vissuto una significativa flessione di rendimento. Anche se i ritmi del calcio moderno impediscono a qualsiasi squadra di viaggiare a gonfie vele per tutto l’anno, dalle parti della Capitale qualcuno inizia a preoccuparsi: se i ragazzi di Blanc hanno sofferto così tanto contro l’Ajaccio, il Montpellier e il Guingamp, come potranno affrontare le avversarie più temibili dell’Europa che conta? L’eliminazione dalla Coppa di Francia ha fatto svanire il sogno del triplete d’Oltralpe, il pareggio di sabato pomeriggio ha fatto rallentare la marcia del PSG in Ligue 1; questi passi falsi sono il frutto di una preparazione mirata a garantire a Ibra e compagni una condizione ottimale nelle fasi cruciali della Champions League o costituiscono segnali allarmanti di rilassatezza e appagamento? Anche se la prima ipotesi sembrerebbe più probabile, soltanto le prossime partite riveleranno la vera natura di una “crisi” che, se dovesse prolungarsi, potrebbe minacciare seriamente la squadra più forte del campionato francese.

Daniel Degli Esposti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *