Daniel Degli Esposti
No Comments

Andrea Bargnani: un Mago di cristallo

Un urto con Thaddeus Young ha provocato al Mago un infortunio piuttosto serio: seconda lesione a un gomito in seguito a un tentativo di schiacciata.

Andrea Bargnani: un Mago di cristallo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nel match contro i Sixers, Andrea Bargnani ha riportato una lesione al legamento del gomito sinistro. L’ennesimo infortunio del Mago ha messo in crisi NY.

Andrea Bargnani è di nuovo ai box: nel match contro i Philadelphia 76ers, il Mago si è procurato una lesione al legamento del gomito sinistro mentre cercava di schiacciare sulla testa di Thaddeus Young. Per il secondo anno consecutivo, il lungo romano ha subito un infortunio a un braccio in seguito a un poderoso attacco al ferro. I tempi di recupero non sono ancora chiari: i New York Knicks lo hanno inserito nella injured list per un periodo di tempo indeterminato. Anche se, in molti casi, l’arto “debole” riesce a guarire nel giro di 4/6 settimane, non è detto che la struttura fisica di Andrea Bargnani sia in grado di sopportare una rieducazione così rapida: le vicende delle stagioni passate gettano una luce fosca sul proseguimento del suo campionato.

Andrea Bargnani ha subito una lesione al legamento del gomito sinistro e starà fuori per un periodo di tempo indeterminato.

Andrea Bargnani ha subito una lesione al legamento del gomito sinistro e starà fuori per un periodo di tempo indeterminato.

GOMITI FRAGILI. Nel terzo quarto del match contro Philadelphia, Andrea Bargnani ha rivissuto gli incubi dell’ultima fase della sua esperienza con i Raptors: un volo, un urto, un gomito in fiamme, un legamento lesionato. Dopo che i problemi al polso lo avevano limitato e, poi, fermato per tutto l’inverno e dopo che il crack del 13 marzo scorso aveva mandato in archivio la sua avventura canadese, il Mago era ripartito da zero e aveva cercato di affrontare i dubbi del Madison Square Garden restando alla larga dai problemi fisici; anche se l’incostanza del suo rendimento e la sua fragilità difensiva lo avevano esposto a parecchie critiche, la vastità del suo repertorio offensivo aveva prodotto qualche risultato interessante. Il duro impatto con il parquet ha riportato Andrea Bargnani indietro di una decina di mesi: l’infermeria dei Knicks non accenna a vuotarsi, la sorte del loro alfiere italiano non sembra decidersi a migliorare.

SOFT O SCRITERIATO? Per un curioso paradosso della NBA, Andrea Bargnani si è infortunato mentre attaccava con forza il canestro avversario: molti addetti ai lavori hanno spesso criticato il Mago per la sua eccessiva morbidezza, ma, nelle occasioni in cui ha fatto sentire con decisione la sua forza d’urto, ha sempre rischiato di perdere il controllo del suo corpo. La tecnica purissima e la classe cristallina di questo grande talento non si sposano con l’aggressività e la determinazione dei penetratori: quando vuole portarsi a casa il ferro e mettere qualcuno sul poster, Bargnani rischia di superare i suoi limiti e di esporre il suo fisico ai guai di una fragilità che, oltre a essere strutturale, è accentuata dalla scarsa naturalezza di alcuni suoi gesti. Tutti i tifosi e gli appassionati si augurano di rivederlo al più presto in campo, ma sarebbe opportuno che non accelerasse troppo i tempi: i suoi gomiti sono delicati e una ricaduta avrebbe effetti ancora più gravi.

Daniel Degli Esposti 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *