Davide Luciani
No Comments

Calciomercato Bologna, clamoroso Diamanti: salta il trasferimento al Guangzhou

Guaraldi non è convinto dalle garanzie economiche offerte dal Guangzghou per l’acquisto di Diamanti: salta tutto

Calciomercato Bologna, clamoroso Diamanti: salta il trasferimento al Guangzhou
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Il presidente del Bologna, Albano Guaraldi, ha bloccato il trasferimento di Diamanti

Il presidente del Bologna, Albano Guaraldi, ha bloccato il trasferimento di Diamanti

Il matrimonio tra Alessandro Diamanti  e il Bologna potrebbe continuare. Ieri, a sorpresa, infatti, è arrivato lo stop alla trattativa con il Guangzhou da parte di Albano Guaraldi, ufficialmente per motivi economici, ma, in realtà, dietro, potrebbe esserci la volontà di effettuare un clamoroso dietrofront in linea con quello dell’Inter con Guarìn. Ecco il comunicato ufficiale della società felsinea che dal proprio sito annuncia lo stop della trattativa: “Vi ringraziamo per l’interesse espresso per Alessandro Diamanti: sfortunatamente vi dobbiamo informare che non sono state soddisfatte le nostre richieste in merito all’accordo, siamo costretti ad interrompere la negoziazione”.

I FATTI – L’accordo tra il club cinese è quello felsineo per il trasferimento di Diamanti in Cina era stato raggiunto sulla base di 9.3 milioni di euro, mentre, al giocatore sarebbe toccato un triennale da 4 milioni a stagione. Il pagamento doveva avvenire in due tranche di cui la prima da 6.3 milioni. Ieri, però, Guaraldi ha stoppato tutto. E ora addirittura annullato la negoziazione. A quanto pare il presidente vorrebbe che fosse fissata una tempistica precisa sui pagamenti da effettuare , in modo da potersi tutelare. Inoltre, il presidente vuole precise garanzie che i 9.3 milioni da pagare siano al netto delle commissioni degli agenti. In realtà, però, questa retromarcia, potrebbe nascondere dell’altro.

TIFOSI IN SUBBUGLIO – Non è da  escludere che il presidente sia stato influenzato dai tifosi, che sono entrati in subbuglio contro la cessione del capitano. Ieri, fuori Casteldebole è apparso uno striscione con la scritta “Diamanti non si tocca”. La cessione di Alino provoca malumori bipartisan, sia da parte dei tifosi più accesi, che da parte della parte moderata. Il motivo è semplice. Il Bologna è in lotta per non retrocedere e tutti pensano che, senza l’apporto di Diamanti, le possibilità per salvarsi siano pari a zero, anche perché, difficilmente il Bologna reinvestirebbe quella cifra per un giocatore di pari livello.

NUMERI IN ROSSO – Guaraldi, dal canto suo, ha necessità di fare cassa per poter operare sul mercato e pagare gli stipendi.  Fino a qualche tempo fa, l’indiziato a lasciare Bologna era Sorensen, ma le trattative per il danese non sono decollate, mentre è arrivata l’offerta del Guanzghou per Diamanti. Il presidente però, già inviso a buona parte della tifoserie, non ci tiene a passare per colui che vende i pezzi migliori e i capitani della squadra, come successo a luglio dell’anno scorso con Gilardino e a gennaio 2013 con Portanova. Bisognerà ora vedere se la necessità di fare cassa avrà il sopravvento su quelle tecniche della squadra e sugli umori della piazza. Certo è che, vista la situazione del Bologna, cedere Diamanti, sarebbe un duro colpo per le ambizioni di salvezza dei felsinei. Probabilmente il capitano dei rossoblù sarà regolarmente titolare contro la Sampdoria. Per capire se sarà la sua ultima partita con la maglia del Bologna occorrerà attendere la prossima settimana

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *