Giuseppe Andriani
No Comments

Milan-Udinese 1-2: friulani corsari, Seedorf ko in Coppa Italia

Milan-Udinese chiude i quarti di Coppa Italia e la squadra di Guidolin diventa carnefice anche dell'altra parte di Milano

Milan-Udinese 1-2: friulani corsari, Seedorf ko in Coppa Italia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Milan-Udinese: prima sconfitta per Seedorf

Milan-Udinese: prima sconfitta per Seedorf

PRIMO TEMPO – Milan-Udinese chiude i quarti di Coppa Italia. L’avvio di match è subito elettrizzante: l’Udinese ha la prima occasione, ma in area Fernandes scivola proprio sul più bello e non riesce a colpire il pallone. All’azione seguente passa in vantaggio il Milan: azione sull’asse Kakà – Birsa, quest’ultimo serve Balotelli che dall’interno dell’area deve semplicemente spingere il pallone in porta: 1-0. La risposta dell’Udinese è tutta in un tiro dalla distanza di Badu, sul quale però è attento Abbiati. Il Milan ci prova di nuovo con De Jong, ma anche il mediano rossonero non risulta pericoloso. Col passare dei minuti cresce l’Udinese, pericolosa con due contropiedi sui quali però è bravissimo Zapata a fermare tutto. Nel frattempo esce dal campo Zapata, per Mexes. Ma il vantaggio del Milan dura appena 35 minuti: Widmer in area viene atterrato da Emanuelson (ammonito): calcio di rigore. Dal dischetto Muriel non sbaglia. Il primo tempo termina l’1-1.

SECONDO TEMPO – La ripresa vede un evidente calo del ritmo: il Milan fa fatica a creare gioco e l’Udinese risulta piuttosto attendista. Al 60′ una bella azione corale porta Lazzari al tiro ma il calciatore bianconero tira in maniera piuttosto debole. Brividi per Guidolin appena un minuto dopo: Brkic esce a vuoto ma nessun calciatore del Milan riesce ad approfittarne e Danilo allontana. E’ ancora l’Udinese però a produrre situazioni pericolose: Gabriel Silva serve Muriel, che non calcia bene. Poco dopo una bellissima parata di Brkic su una punizione di Balotelli dal limite. Poi la mossa vincente di Guidolin: fuori Muriel e dentro Nico Lopez, che al 78′ non trova resistenza e dal limite dell’area infila Abbiati con uno splendido rasoterra dopo una corsa in solitaria. Nel finale il Milan va in forcing ma non cambia il risultato, nemmeno con l’ingresso di Honda. Finirà 1-2 con la gioia finale dell’Udinese.

NOTE – San Siro non esaurito, anzi. Circa un centinaio di tifosi provenienti da Udine. Da segnalare la prima sconfitta del Milan da quando non c’è Allegri, dopo le vittorie contro Spezia e Verona. L’Udinese si rialza dopo la sconfitta di domenica e diventa carnefice in Coppa Italia delle due milanesi. E adesso sogna l’Europa, anche nell’annata nera.

TOP E FLOP –

Top: Guidolin, con il cambio decisivo vince la partita. Ma soprattutto la prepara bene e rischia pochissimo a San Siro. Secondo tempo perfetto dei suoi.

Muriel, ritrova il gol, seppur su rigore. Appare in forma, può essere il punto di (ri)partenza.

Balotelli, si impegna, lotta su ogni pallone e trova anche la rete. Partita di sacrificio e altruismo. L’unico su cui sembra aver effetto la cura Seedorf.

Flop: Seedorf, per carità non inizi il processo: ma la squadra appare poco solida e sembra non aver nessuna novità. Geometrie più libere, ma non ci sono soluzioni ad una squadra svuotata da dentro e fragile.

Nocerino, è lo stesso che segnava a raffica con Ibra? Probabilmente sì, ma adesso vengono fuori tutti i suoi limiti. Qualitativamente da zero in pagella.

Emanuelson, spesso infilato sulla corsia difensiva, commette il fallo del rigore con una grande ingenuità. Dalla sua parte si passa senza problemi.

Giuseppe Andriani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *