Redazione

Euro 2012 Report-7: la giornata del giorne B

Euro 2012 Report-7: la giornata del giorne B
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

KHARKIV, 31 MAGGIO – Manca ormai solo più una settimana all’inizio di Euro 2012 e gli ultimi test cominciano a inviare segnali confortanti a due delle grandi favorite della competizione. Infatti la Germania ha sconfitto ieri sera Israele per 2-0 e con lo stesso punteggio l’Olanda ha regolato in un’amichevole disputata Mercoledì la nazionale slovacca. Ecco il dettaglio delle ultime novità delle 4 squadre impegnate nel girone B.

GERMANIA – Nessuna crisi, allarme rientrato, lo scivolone in terra elvetica solo un episodio. Liquidato Israele per due a zero. Apre Gomez allo scadere della prima frazione di gara, Schurrle per l’ipoteca, silura dalla lunga distanza e mette in cassaforte il risultato. Nuove schiarite nel bunker tedesco, dopo i 5 gol incassati con i rossocrociati si torna a respirare un velato ottimismo. La truppa Bayern schierata dal primo minuto, eccezion fatta per Schweinsteiger, ancora out. Martedì tornerà ad allenarsi con il gruppo, per arrivare in forma nel match inaugurale contro i lusitani di Ronaldo. Loew palesemente soddisfatto: “ test discreto, è una vittoria che fa bene al morale, buona anche l’organizzazione di gioco, su altri punti dovremmo migliorare”. Ultimo rodaggio, tirati a lucido per l’evento, i teutonici sono pronti a lottare per lo scettro europeo, convinti di poter far bene al pari delle altre big del vecchio continente. 

OLANDA – Con tutta probabilità i 48 gol segnati in questa stagione non basteranno a Klaas Jan Huntellar per guadagnarsi la maglia da titolare dell’Olanda ad Euro 2012. Le gerarchie dell’undici di van Marwijk sembrano essere già stabilite, e prevedono la presenza di Robin Van Persie come terminale offensivo della squadra arancione. Situazione che proprio non vuole andar giù all’ex centravanti di Milan e Real Madrid, che proprio in quest giorni ha esternato i suoi malumori al quotidiano olandese ‘De Telegraaf‘: “Dopo la partita con la Slovacchia sono stato zitto per paura di dire cose sbagliate, ma ero arrabbiato e pieno di domande. In questa stagione – continua il bomber dello Schalke 04 – ho fatto il massimo, ora mi alleno e cerco di pensare sempre positivo, ma se poi vengo relegato puntualmente in panchina mi sento molto scoraggiato. Non so davvero cos’altro potrei fare per giocare titolare con la maglia della nazionale“.

PORTOGALLO – Continua la preparazione della squadra portoghese in vista del debutto nel campionato Europeo previsto per Sabato 9 Giugno alle 20.45 contro la Germania di Joachim Low. Dal ritiro ha parlato in difensore del Real Madrid Pepe che ha evidenziato come la squadra lusitana non sia Ronaldo-dipendente ma abbia anche altre qualità che fanno ben sperare in vista della rassegna continentale: Non siamo solamente Cristiano Ronaldo.Sicuramente Cristiano ha delle responsabilità maggiori, è il nostro giocatore principale, ma abbiamo tutti noi un ruolo fondamentale. L’assenza di Ricardo Carvalho? Non so se in difesa siamo più leggeri o no senza Ricardo, ma contro la Bosnia abbiamo giocato bene anche senza di lui. Bento ci motiva molto. L’essere stato giocatore lo aiuta a darci le giuste motivazioni”

DANIMARCA – La Nazionale danese continua gli allenamenti in vista dell’inizio degli Europei, ma si torna a parlare anche di calciomercato. Il difensore Simon Kjaer, lo scorso campionato in prestito alla Roma, non ha intenzione di tornare al Wolfsburg (squadra a cui è legato fino al 2014) se in panchina ci sarà ancora Felix Magath. Queste le sue dichiarazioni: “Non ho intenzione di chiamare il signor Magath e di giocare ancora in una squadra allenata da lui. Adesso penso agli Europei, sono concentrato, poi vedremo. Qualunque cosa accada, non tornerò al Wolfsburg”.

A cura di Mario Lorenzo Passiatore, Carlo Alberto Pazienza, Mauro Leone e Charlotte Trombiero

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *