Filippo Di Cristina
No Comments

Rigore per l’Inter… Just kidding

All'Inter mancano giocatori, convinzione, grinta e... qualche rigore

Rigore per l’Inter… Just kidding
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

E’ ormai diventata la questione per eccellenza, o almeno lo era prima della figuraccia del capitolo Guarìn; L’Inter non prende un rigore nemmeno a pagarlo (occhio a questa frase, potrebbe essere travisata).

Dirigenti dall’affare fantasioso a parte, è un dato di fatto, nonostante moltre recriminazioni nessun calciatore con la maglia del biscione si è presentato dagli 11 metri a tu per tu con il portiere. L’annata 98/99 segna il più alto picco di rigori concessi ai neroazzurri, ben 14 per la precisione mentre la stagione corrente con 0 rigori a favore è finora ovviamente la stagione più magra.

GLI EPISODI – Nel pieno stile “Ti amo campionato” andiamo ad elencare per dovere di cronaca e con una vena a metà tra il divertito e lo sconcertato gli episodi che danneggiano la squadra milanese. Cominciamo dalla 12^ giornata, contro il Livorno manca un rigore per fallo di Luci su Palacio, l’arbitro lascia correre cosi come fa il suo collega nella pessima uscita neroazzurra al S.Paolo; figuraccia di Mazzarri&co. che però viene attutita dalla polemica e dalle lamentele del mister toscano che piuttosto che prendere a pedate i suoi giocatori (pedate simboliche, sia chiaro) preferisce parlare del rigore non concessogli, sempre su quel poveraccio di Palacio che invece di pedate (e non simboliche) se ne prende parecchie. Ancora el trenza Palacio è protagonista dell’ennesimo rigore non concesso all’Inter, stavolta è Zapata che lo atterra in area. Rigore!! Gridano gli interisti, macché tutto regolare, si prosegue tra la disperazione della nord e l’incredulità dell’argentino.

Palacio atterrato in area da Zapata durante Inter-Milan

Palacio atterrato in area da Zapata durante Inter-Milan

Poi c’è l’episodio dell’Olimpico, la Lazio vince ma indovinate un po’? Manca un rigore all’Inter, per fallo di Dias su quel simpaticone di Rolando (Come si fa a non concedere un rigore ad un visino cosi dolce?). Dulcis in fundo prima del disastro della due giorni “Guarìn-Vucinic” altro rigore negato all’inter. Cofie si improvvisa Zaytsev e mura un tiro di Guarìn con braccio alto e scomposto. In mezzo a questa insalatona di episodi, condita da prestazioni imbarazzanti dell’inter c’è spazio per qualche condimento extra come il goal regolare di Nagatomo non concesso contro il Chievo. Che l’Inter non abbia squadra per ambire a grossi traguardi, il tifoso neroazzurro lo sa e se ne dispiace ma diamo a Cesare quel che è di Cesare. Complotto, scandalo, eresia; dai non ve la prendete… Just kidding.

Filippo Di Cristina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *