Vincenzo Galdieri
No Comments

Il Napoli è bello ma non abbastanza: 2-2 a Bologna, Scudetto lontano

Benitez e i suoi s'inceppano, mentre Juve e Roma volano: l'obiettivo più realistico adesso è la zona Champions League

Il Napoli è bello ma non abbastanza: 2-2 a Bologna, Scudetto lontano
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Callejon Napoli Serie A

Callejon, ancora una volta il migliore in campo del Napoli

Un pomeriggio per cambiare obiettivo, forse definitivamente. I sogni di gloria tricolore del Napoli rischiano di infrangersi definitivamente oggi, dopo il rocambolesco 2-2 con la bestia nera Bologna. La Juventus è di un altro pianeta, la Roma sta lasciando pian piano la Terra per trasferirsi anch’essa altrove. Benitez e i suoi invece inciampano, ancora una volta. Chiariamo: in un campionato normale il Napoli sarebbe primo, mentre oggi si ritrova primo tra i normali. Juve e Roma volano e non sembrano aver intenzione di smettere, rimane un’unica soluzione: puntare al terzo posto Champions League. Anche qua non sarà facile, perchè la Fiorentina viaggia che è un piacere nonostante gli infortuni. Ma i partenopei rimangono favoriti. Per provare a vincere titoli ci sono Coppa Italia ed Europa League. A meno di un clamoroso ed ad oggi impronosticabile crollo simultaneo di bianconeri e giallorossi, ovvio.

LA PARTITA: GIU’, SU E DI NUOVO GIU’. BIANCHI ABBATTE IL MORALE AL NAPOLI – Come al solito il Napoli gioca bene, anche a Bologna. Ma non riesce ad essere risolutivo. Non arriva l’auspicata continuità in trasferta, dopo la splendida vittoria di Verona. Gli azzurri vanno sotto e subiscono il gol di Bianchi, ben imbeccato da Diamanti. Nella ripresa si scuotono ed attaccano a spron battuto. Guadagnano il rigore, provocato dalla grande bestia nera Konè. Higuain trasforma e l’espulsione di Panagiotis – in un modo o nell’altro sempre protagonista contro i partenopei – sembra mettere le cose definitivamente in discesa. Anche perchè Callejon, sempre lui, porta in vantaggio i suoi: 2-1 in undici contro dieci. In situazioni del genere la grande squadra riesce a mettere la partita in ghiaccio. Ma il Napoli invece subisce ancora da Bianchi, che si traveste da Konè per un giorno e fa 2-2. Finisce cosi. Godono gli emiliani, che ottengono un grande punto in chiave salvezza. Delusione per il Napoli, che da quando è arrivato Benitez ha fatto grossi passi avanti acquisendo una dimensione complessiva più da grande squadra. Ma non ancora da grandissima.

Vincenzo Galdieri

Twitter: @Vince_Galdieri 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *