Vincenzo Galdieri
No Comments

Pagelle Juventus-Sampdoria 4-2: Pogba meraviglia, Vidal riscrive Ligabue

Conte ha a disposizione un top team di campioni, che vince per la dodicesima volta consecutiva. Ma Paul e Arturo si sono ormai issati su un livello superiore a tutti i compagni: sono alieni con sembianze umane

Pagelle Juventus-Sampdoria 4-2: Pogba meraviglia, Vidal riscrive Ligabue
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Paul Pogba, rivelazione della Juventus

Paul Pogba, centrocampista della Juventus

Una Juventus straripante, che batte anche la Sampdoria (4-2) ed infila la dodicesima vittoria consecutiva. Ecco le Pagelle del match:

JUVENTUS

BUFFON 7 – Di piede, di mano, di tutto. Riflessi da leone e carisma del comandante. Chi lo dava per finito deve essersi andato a nascondere.

BARZAGLI 6 – Prova al solito attenta, macchiata dallo sfortunato autogol. Poco male, comunque, dato il risultato finale.

CHIELLINI 6 – Alterna grandi recuperi a qualche amnesia. Sufficiente e nulla più.

OGBONNA 6,5 – Attento, rapido, concentrato e sul pezzo. Sta cominciando a farsi strada in questa Juventus.

ASAMOAH 6,5 – Dinamico, eclettico, corre su e giù per la fascia facendosi trovare puntuale sia nella fase offensiva che in quella di ripiegamento. Encomiabile.

PELUSO 6 – Entra e fa il suo, stranamente più davanti che dietro.

MARCHISIO 6,5 – Niente male nell’inconsueto ruolo di regista. Niente geometrie o lanci panoramici alla Pirlo, sia chiaro: quelli hanno il copyright. Gioca semplice ed in maniera concreta, aiutando la squadra a girare al meglio. Di gran lunga l’esperimento più riuscito nel ruolo di vice-Mozart. 

POGBA 7,5 – E’ una meraviglia. Come si muove, come passa, come tira. Tutto. Assist sontuoso per Vidal all’inizio, prova mastodontica in mezzo, gol strabiliante alla fine. Ieri è andata in onda la sintesi del perchè il Psg vuole strapagarlo. Pazzesco.

VIDAL 8,5 (IL MIGLIORE) – Essere il migliore per distacco in una squadra di campioni non è facile. Specialmente se tu sei il mediano. Il mediano è quello che corre, lotta, si sacrifica. Mica segna, fa assist e si prende il lusso di esser capocannoniere. Mica gli danno la responsabilità dei rigori. Mica è sempre nel vivo del gioco. Certo, dipende dai mediani. Arturo Vidal non è un mediano qualunque. Sta riscrivendo e reinterpretando a modo suo la celeberrima canzone di Ligabue. Lui è il mediano fenomeno. Fa tutto e il contrario di tutto. Segna l’ennesima doppietta, sfodera l’ennesima prestazione monstre. Nemmeno il tempo di festeggiare per il gol che lo trovi a difendere davanti alla linea di porta. Non si sa come faccia, ma è ovunque. Tipo Clark Kent con la supervelocità. Stime recenti hanno appurato che è il calciatore dal valore di mercato più alto in Serie A. Ma uno cosi non si vende manco per 100 milioni.

LICHSTEINER 7 – E’ in forma smagliante e si vede. Corre per tutta la partita e non sbaglia un passaggio. Bentornato treno svizzero.

TEVEZ 6,5 – Di rabbia, di agonismo puro. Non ricama troppo, in questo periodo gli riesce difficile pure saltare l’uomo. Ma è indomito. Se perde un pallone lo recupera, a tutti i costi. Tornerà a splendere e regalare perle. La notizia intanto è che le sue prestazioni peggiori sono sempre ampiamente sopra la sufficienza.

LLORENTE 7 – Re Leone che in area di rigore tira fuori gli occhi della Tigre. Segna con una puntualità ormai imbarazzante, alla faccia di chi gli aveva consegnato sulla fiducia il Bidone d’Oro ad ottobre. Underrated Star.

GIOVINCO sv

QUAGLIARELLA sv

All. CONTE 7 – Il solito, grazie. Altro giro altra vittoria. Ed altre sfuriate ai suoi per fargli mantenere la concentrazione. Se la Juve non vuole saperne di smettere d’infrangere record il merito è tanto suo quanto dei giocatori. Senza un allenatore cosi i record non li fai. E qualcuno dice ancora che il mister conta meno del 20%…

SAMPDORIA

DA COSTA 6,5 – Para il parabile. Intervento splendido su Tevez, per esempio. Sicuramente incolpevole.

REGINI 5,5 – Timidino, ma si farà. Il talento c’è.

GASTALDELLO 5,5 – Tiene botta fino a un certo punto, poi diventa difficile. Comunque tutt’altro che disastroso.

MUSTAFI 5 – Il più svagato del pacchetto arretrato. Sottotono.

DE SILVESTRI 5 – Spinge poco, difende cosi cosi. Da rivedere.

OBIANG 6 – Metronomo sicuro, a tratti spregiudicato. Buona gara.

PALOMBO 6,5 – Guida i suoi con carisma ed intelligenza tattica.

WSZOLEK 6,5 – Gara interessante: buoni spunti e tanta corsa. Promosso.

BJARNASON 5 – Impalpabile.

EDER 6,5 – Peperino che mette in difficoltà non poco la difesa bianconera.

GABBIADINI 7,5 (IL MIGLIORE) – Si trasforma in Gabbiadimovic per una notte. Movenze alla Ibra, gol che rischia di riaprire la gara, traversa spettacolare. Non basta per salvare la Samp dalla furia bianconera, ma basterà per farsi riprendere a titolo definitivo dalla Juventus?

RENAN 6 – Fa il suo.

COSTA 6 – Sempre attento.

SANSONE 6,5 – Regala vivacità.

All. MIHAJLOVIC 6,5 – Ha trasformato la Sampdoria in una squadra bella da vedere e che se la gioca senza paura ovunque. Persino allo Juventus Stadium. Per come hanno giocato i suoi, meriterebbe pure il pareggio. Il problema è che la Juve è proprio di un altro pianeta per chiunque nel campionato italiano.

Vincenzo Galdieri 

 

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *