Redazione

Roland Garros: Fognini altra maratona vincente, impresa Murray da libri del tennis

Roland Garros: Fognini altra maratona vincente, impresa Murray da libri del tennis
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

PARIGI, 31 MAGGIOStorie del Tennis, verrebbe da dire, Andy Murray numero 4 del ranking non scorderà facilmente questa giornata al Roland Garros. Nella sfida che lo vede opposto al finlandese Jarkko Nieminen, si infortuna nei games iniziali e chiede l’intervento del fisioterapista per problemi alla schiena. Non piccoli fastidi, sarà l’inizio di un piccolo calvario che impedisce al britannico di sedersi durante le pause del match (ogni due games) e di servire al meglio, insomma una specie di partita senza soste per il ragazzone di Dunblane. Andy conquista appena un game nel primo set e va sotto di un break nel secondo, ma pian piano riesce ad alleviare il dolore alla schiena e comincia a “giocare” il suo tennis. Semplicemente straordinario nell’uso del polso riesce a limitare rotazioni che nel tennis richiederebbero la torsione di braccio e busto. Insomma è impresa, visto il finale in 4 set 1-6 6-4 6-1 6-2.

MATURITA’ FONIGNI – Dopo Andreas Seppi, arriva la bellissima qualificazione al terzo turno del secondo italiano al Garros, il quinto set porta ancora bene ai colori azzurri, Fonigni si impone dopo una battaglia che sfiora le 4 h e 30 minti di gioco con il finale di 6-2 3-6 4-6 6-3 8-6. Un match difficile quello contro il serbo Troicki che ha obbligato Fabio a recuperare sul parziale di 2 set a 1 per l’avversario. L’esperienza della passata stagione e il raggiungimento dei quarti sul rosso di Parigi fanno la differenza nel quinto e decisivo set ove l’italiano fronteggia e annulla due match point sul 5-6 per il serbo. Superato l’ostacolo arriva il break decisivo che porta Fabio al terzo turno del torneo.

Tra gli altri big, bene Berdych, Tsonga e il favorito Rafael Nadal che ha tritato Istomin con un secco 6-2 6-2 6-0 (schiacciasassi).

Daniele Maimone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *