Davide Luciani
No Comments

Calciomercato Napoli, Jorginho vicinissimo. Si puntano Capouè e M’Vila

Il primo obiettivo del Napoli per la mediana è Jorginho, ma permangono dubbi sulla sua collocazione tattica, per questo, si valutano alternative

Calciomercato Napoli, Jorginho vicinissimo. Si puntano Capouè e M’Vila
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Capoue, piace a Benitez per la mediana

Capoue, piace a Benitez per la mediana

Jorginho ad un passo, ma non solo. Il Napoli, dopo la bella vittoria contro il Verona, punta a rinforzarsi per cercare di tenere il passo di Roma e Juventus e portare a casa almeno un trofeo tra Coppa Italia ed Europa League. Benitez ha chiesto due centrocampisti e un difensore e proprio l’italo-brasiliano del Verona è il primo obiettivo di Bigon. L’affare si potrebbe sviluppare sulla base di 5.5 milioni per la comproprietà, ma il Napoli fatica a chiudere l’affare perché rimangono alcune perplessità tattiche legate al giocatore.

JORGINHO, UOMO GIUSTO? – Che il centrocampista di Mandorlini sia un giocatore di indubbia qualità e fuori discussione e lo sta dimostrando ampiamente. Ciò che non convince è la sua adattabilità alle esigenze tattiche di Benitez. Il numero 19 scaligero, infatti, è un regista, che all’occorrenza può giocare anche da interno, abile nel proporsi al tiro e nel dettare l’assist per il compagno, ma, molto meno portato a difendere. Nel 4-2-3-1 di Benitez, la necessità è invece un mediano abile a mordere le caviglie, ruolo che, stando l’infortunio di Behrami, né Dzemaili, né Inler sono in grado di ricoprire. E’ difficile pensare che Benitez, che ha sempre insistito con il 4-2-3-1, cambi modulo con l’ingaggio di Jorginho e, d’altro canto, sarebbe un peccato bruciare un investimento cospicuo su un giocatore di qualità che, però, faticherebbe ad inserirsi tatticamente.

M’VILA E CAPOUE’ – Dunque, l’ingaggio di Jorginho potrebbe non bastare ad annullare il gap con Juventus e Roma. Per questo motivo, per la mediana, sono pronte due giocatori stranieri: M’Vila del Rubin Kazan e Capouè del Tottenham. Il primo, ex capitano del Rennes, risponde perfettamente al profilo del mediano richiesto da Benitez e non avrebbe difficoltà di adattamento. Il secondo, più di basso profilo, rimane comunque un giocatore affidabile e con una buona esperienza internazionale. Entrambi però, avrebbero la controindicazione di non poter essere utilizzati in Europa League.

CAPITOLO DIFESA – Una volta sistemato il centrocampo, si passerebbe alla difesa. Qui però è necessario prima vendere Paolo Cannavaro. L’ex capitano azzurro, ormai vive da separato in casa e una sua cessione è ormai obbligata. Il giocatore è richiesto da Lazio e Sampdoria, ma, al momento, non sono arrivate offerte ufficiali. Si valuta quindi una sua cessione all’estero e, negli ultimi giorni, si è parlato con insistenza di alcune offerte arrivate dal Brasile. Il giocatore però, preferirebbe rimanere in Italia. L’impressione è che l’affare andrà per le lunghe e, di conseguenza, le possibilità di arrivare ad un difensore di prima fascia, come Skrtel o Agger, potrebbero calare vistosamente. Per questo si potrebbe pensare ad un’ alternativa, meno “mediatica”, ma comunque affidabile, come Paletta, anche se rimane sempre viva la pista N’Koulou.

Benitez spera di avere i rinforzi richiesti quanto prima per poter iniziare l’ultima parte del suo lavoro, quella cioè, che dovrebbe portare il Napoli in pianta stabile nell’èlite del calcio che conta.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *