Orazio Rotunno

Euro 2012 Report -8: la giornata del Girone C

Euro 2012 Report -8: la giornata del Girone C
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

DANZICA, 31 MAGGIO – La Spagna, falcidiata da defezioni a raffica, risposte immediatamente presente con una roboante vittoria ai danni della Corea del Sud, maturata grazie ai goal di Torres, Alonso, Santi Cazorla  e Negredo. Il messaggio è arrivato forte e chiaro nel ritiro azzurro, dove un Italia ancora scossa per le vicende del calcioscommesse, sta preparando l’amichevole con la Russia di domani sera. Il giorne C si preannuncia certamente come uno dei più caldi con Irlanda e Croazia pronte e preparate a mettere i bastoni fra le ruote delle due più blasonate concorrenti. Prepariamoci, perchè ci sarà da divertirsi.

SPAGNA – E’una Spagna travolgente quella che ieri sera ha demolito la Corea del Sud con il risultato netto di 4-1. Le furie rosse mandano un chiaro messaggo all’Italia in vista dello scontro del 10 giugno, ma soprattutto a quanti la vedono un gradino sotto le favorite Olanda e in particolare la Germania a seguito delle numerose defezioni. E se torna a splendere la stella del ” nino” Torres allora sì che la Spagna riacquisterebbe a pieno titolo l’etichetta di grande favorita. E’l’attaccante del Chelsea a sbloccare dopo pochi minuti il risultato, concludento all’incrocio un ottimo assist di  Beñat Etxebarría. Il raddoppio viene sfiorato più volte prima che Kim Do-Heon realizzi l’inaspettato 1-1, con un bel tiro dal limite dell’area che supera Reina, schierato al posto del titolarissimo Casillas. Nonostante il pari, il match continua ad essere a senso unico, e al 7′ della ripresa Alonso riporta avanti la Spagna trasformando un rigore concesso per fallo di mano di Cho Yong-Hyung sul tiro di Nacho Monreal. Nel finale dilaga la Spagna, prima con una furba punizione poco fuori l’area di rigore di Santi Cazorla, che beffa il protiere coreano facendo passare il pallone sotto la barriera, e ad una manciata di minuti dal termine Negredo finalizza da pochi passi una bella iniziativa di Soldado. Ora i Campioni del Mondo e d’Europa in carica sfideranno la Cina il 3 giugno nell’ultima amichevole pre-Europeo. Il messaggio di forza è arrivato forte e chiaro.

REPUBBLICA D’IRLANDA – Sono giornate frenetiche per il portiere Shay Given e per il difensore John O’Shea alle prese con alcuni problemi fisici che potrebbero compromettere la loro partecipazione ad Euro 2012. Il portiere è infatti reduce da un problema al ginocchio, mentre il difensore soffre ancora per la caviglia colpita duramente durante l’ultima gara di campionato. L’ultimatum del Ct Trapattoni è stato fissato per lunedì, quando l’Irlanda scenderà in campo contro l’Ungheria in amichevole “Dobbiamo sapere se sono pronti“. Se in quell’occasione i due non saranno recuperati ci potrebbe essere un clamoroso doppio taglio con la convocazione di altri due giocatori. Inutile dire che la perdita di due giocatori esperti come Given e O’Shea sarebbe un duro colpo per la nazionale di Trapattoni. Dopo aver interrotto in fretta e furia le vacanza a Marbella, Paul McShane è arrivato in ritiro, dovendo rimpiazzare l’infortunato Kevin Foley che è stato inserito nella lista riserve e tornerà a casa oggi: “È spiacevole, come un pugno nello stomaco, ma auguro lo stesso ogni bene alla squadra “. McShane invece ha detto: “Quando la patria chiama, lasci tutto per venire e giocare“. Marco Tardelli, viceallenatore dell’Irlanda, ha invece commentato l’ultimo scandalo esploso in Italia sulle scommesse, non risparmiandosi però anche un commento sul prossimo Europeo, dove affronterà gli azzurri da avversario: “Ho già vissuto l’esperienza del calcioscommesse nell’80 e allora gli arbitri non furono molto ‘gentili’ con noi. Nel 2006, invece, abbiamo reagito molto bene vincendo il titolo mondiale. Io dico che agli Europei l’Italia farà sicuramente bene“.

CROAZIA – Giornata di preparazione in casa croata in attesa del debutto europeo del 10 giugno contro l’Irlanda del veterano Trapattoni. La squadra è pronta per affrontare il 2 giugno in amichevole la selezione norvegese per testare la solidità della squadra e verificare la condizione atletica del gruppo. Oggi ripercorriamo le prime tappe internazionali di questa giovane nazionale, nata dallo smembramento dell’ ex-Jugoslavia: la Repubblica croata dichiarò la sua indipendenza nel 1990, ma ottenne il riconoscimento ufficiale da parte della Jugoslavia solo l’anno successivo. La prima amichevole venne giocata contro gli Stati Uniti, battuti 2-1. L’ascesa della nazionale croata fu rapidissima e nel 1996 partecipò alla prima competizione internazionale, il campionato Europeo in Inghilterra dove fu bloccata ai quarti dalla Germania, vincitrice finale della manifestazione. Nel 1998 il risultato ottenuto ai Mondiali francesi fu straordinario: terzo posto come rivelazione del torneo e capocannoniere del torneo con Davor Suker. L’ascesa rapidissima fu seguita anche da un immediato rallentamento, dal momento che la nazionale non ottenne la qualificazione alla fase finale dell’Europeo, chiudendo terza nel girone eliminatorio. Domani continueremo a scorrere le tappe della storia della nazionale che si appresta a voler diventare, ancora una volta, rivelazione del torneo continentale ergendosi ad arbitro dei destini della super favorita Spagna e dei nostri azzurri.

ITALIA – Poco più di una settimana ci separa dall’evento calcistico dell’anno e gia Cesare Prandelli scalda i motori in vista della partita contro la Spagna. Sembra di rivivere un deja vù di quattro anni ritornando a quei quarti di Finale persi ai rigori; quella volta costarono cari gli errori dagli 11 metri degli azzurri ma questa volta l’imperativo è vincere già al primo incontro per alzare il morale di tutti i giocatori e credere nella vittoria finale. Questa volta abbiamo una difesa invidiabile e un Antonio Cassano in più ad infastidire le Furie Rosse che invece devono fare a meno di Puyol, loro capitano storico e guida in mezzo al campo all’ultima esperienza con la nazionale.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *