Redazione
4 Comments

AEK Atene, dalla gloria alla serie C: quando la crisi si fa sentire

Dalla massima serie alla terza: la triste storia dell’AEK Atene, evidente esempio del calcio greco, devastato dalla crisi economica.

AEK Atene, dalla gloria alla serie C: quando la crisi si fa sentire
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
AEK

AEK

ABBATTUTI – Tanti sono i club dell’Hellenes che hanno riscontrato estreme ristrettezze economiche, e purtroppo molti di questi sono falliti. L’esempio più triste ed evidente è stato quello dell’AEK Atene, storica squadra della capitale. Il club ateniese, mai retrocesso in 89 anni di storia, si è ritrovato nella stagione 2012-2013 in evidenti difficoltà economiche, con un debito di 170 milioni di euro da pagare allo Stato, che nemmeno con la cessione di quasi tutta la rosa della prima squadra è riuscito a risanare. L’anno appena trascorso, dunque, per la squadra giallo-nera è stato il peggiore della loro storia, ricca di gloriosi momenti. Perché, come se non bastasse, la squadra è  retrocessa “sul campo” in seconda divisione, ma non è stata reiscritta; e, quindi, costretti, devono ripartire da zero, dalla serie C greca. Colpiti persino nell’immagine, dopo lo scandalo del saluto nazista di Giorgios Katidis, squalificato per tutta la stagione e bandito a vita dalla nazionale ed a causa dell’invasione di campo della penultima giornata di campionato, che ha causato tanti disordini da dover sospendere anche la partita prima del fischio finale.

OBIETTIVO RINASCITA – Una squadra del tenore storico nel calcio ellenico come l’AEK, però, non può non puntare già ad un rapido ritorno in prima serie. A prendere per mano la società, infatti, ci pensa il magnate petrolifero greco Dimitris Melissanidis, già presidente del club negli anni ’90, epoca in cui ha portato il club alla conquista di due Coppe e una Supercoppa di Grecia, guidandolo anche alla fase finale della Champions, prima squadra ellenica ad arrivare a tale obiettivo, e ai quarti della Coppa delle Coppe. Sotto la guida tecnica di Traianos Dellas, noto in Italia per aver giocato nella Roma dal 2002 al 2005, ed una rosa di maggior qualità rispetto alla competizione in cui compete, l’AEK Atene domina la Football League 2, sovrastando i propri avversari con una netta differenza reti e, finora, una quasi perpetua imbattibilità.

NON SOLO L’AEK – Tra le celebri società colpite dalla crudele crisi greca non vi è solo la società giallo-nera: la presenza di giocatori stranieri nella Superleague, la massima divisione, si è ridotta del 30%, oggi 6 giocatori su 10 sono greci, l’Eykra ha un monte stipendi di 600mila euro e la squadra di Veroia, in occasione di una recente partita con l’Asteras, si è sobbarcata un massacrante viaggio in pullman di 800 chilometri per evitare il costoso pernottamento in hotel ed anche i rivali del Panathinaikos sono arrivati al punto di non poter più pagare l’affitto dello stadio. Roba da far accapponare la pelle se fosse stata figurata in periodi d’oro, in cui ad Atene venivano a giocare, strapagati, talenti del calibro Rivaldo e Cissè, o venivano ospitate nei propri stadi manifestazioni come le Olimpiadi o una finale di Champions League.

E dunque, in un Europa succube di una tale “epidemia”, non resta che la speranza, anche nel calcio. I tifosi ci saranno sempre, non smetteranno mai di intonare il loro glorioso ed immortale canto, adesso diventato anche un “grido” di protesta ed avversione, quasi liberatorio, contro tutti e tutto, contro la sempre presente Δίκη (“giustizia”), ora più avversa al popolo che per primo ne ha mistificato il concetto.

Alessandro Triolo

Share Button

4 Responses to AEK Atene, dalla gloria alla serie C: quando la crisi si fa sentire

  1. dimitri 14 gennaio 2014 at 17:20

    L’ AEK e la piu grande squadra Hellenica.

    Rispondi
  2. oRiginal21 14 gennaio 2014 at 17:27

    AEK = LOVE-ROMANCE-FEELINGS-JUSTICE …. IDEA …..

    Rispondi
  3. christian 15 gennaio 2014 at 11:28

    L’ A.E.K e la piu grande squadra Greca anche per questo.E retrocessa perche e fallita.Non ha usato mezzi diversi per salvarsi come Olympiakos e Panathinaikos, tante volte mischiati nei scandali calcistici greci,calcio scomesse,partite vinte a tavolino etc…

    Ritornera fra 2 anni in seria Greca con la testa alta.

    Forza AEKARA

    A.E.K – IDEA – MODO DI VITA

    Rispondi
  4. aek nikaia 15 gennaio 2014 at 17:43

    Δικεφαλε μ’εχεις κανει τρελο η μονη εννοια μου να’ρθω να σε δω να’μαι στο πλαι σου να σου τραγουδω και να φωναζω το ποσο σ΄αγαπω.Κι οταν σε βλεπω η καρδια μου χτυπα πιο δυνατα πιο δυνατα μπερδευονται τα λογικα χανω τις σκεψεις μου χανω το μυαλο θα τρελαθω.Δικεφαλε για σενα ζω.
    ΕΠΙΣΤΡΕΦΟΥΜΕ ΣΤΗΝ Α ΜΕ ΤΙΤΛΟΥΣ
    ΑΕΚ ORIGINAL -21-

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *