Antonio Fioretto
No Comments

Livorno, esonerato Nicola: Attilio Perotti nuovo allenatore

Attilio Perotti è l'uomo scelto da Spinelli come neo tecnico del Livorno. Esonerato Nicola, che paga le quattro sconfitte nelle ultime quattro gare, oltre a una classifica deficitaria

Livorno, esonerato Nicola: Attilio Perotti nuovo allenatore
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Nicola, ormai ex allenatore del Livorno

Nicola, ormai ex allenatore del Livorno

Gli allenatori sono sempre i primi a pagare. Non è una polemica, ma una verità tanto semplice quanto assoluta. Se i risultati non arrivano, il tecnico fa la parte del capro espiatorio e saluta tutti. Il Livorno, in questo senso, non fa eccezione. Il Presidente Aldo Spinelli ha deciso infatti di esonerare Davide Nicola, il mister della promozione in A, e di affidare la panchina ad Attilio Perotti. Nicola, purtroppo, paga una striscia di risultati a dir poco negativa: 4 sconfitte nelle ultime 4 partite, 1 punto nelle ultime 8 gare, 5 punti negli ultimi 14 turni. Risultato? L’ultimo posto in classifica e la scelta obbligata di cambiare strada.

L’annuncio ufficiale è arrivato direttamente dalla società labronica, con il seguente comunicato: “L’A.S. Livorno comunica di aver affidato la conduzione tecnica della prima squadra ad Attilio Perotti. La conferenza stampa di presentazione si svolgerà oggi alle 19 al centro sportivo Coni di Tirrenia“.

Attilio Perotti, 68 anni, ha guidato già il Livorno in Serie B, nella stagione 2011-2012. Nella massima serie, invece, Perotti ha allenato il Verona nel 2000-2001 e l’Empoli nel 2003-2004. La sua precedente esperienza nella squadra toscana fu irrimediabilmente segnata dalla morte di Morosini, che ancora oggi rappresenta una ferita aperta nel cuore dei tifosi labronici: allora, Perotti con 10 punti in 4 giornate riuscì a portare il Livorno alla salvezza. Ora, il compito sarà decisamente più arduo: la lotta per restare in A è una guerra senza esclusione di colpi, nella quale anche un solo punto può fare la differenza.

Antonio Fioretto

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *