Matteo De Angelis
No Comments

Ligue 1, 20a giornata: PSG in fuga, steccano Monaco e Lille

I parigini sono ora a +5 sul secondo posto, mentre in fondo alla classifica il Montpellier rischia grosso

Ligue 1, 20a giornata: PSG in fuga, steccano Monaco e Lille
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Matuidi Psg Juventus

Matuidi: suo il gol che vale la fuga del PSG

Il PSG prova a scappare: i parigini si impongono 2-1 sul campo dell’Ajaccio e tentano la prima mini fuga stagionale in virtù dei clamorosi risultati delle dirette inseguitrici. Il Monaco viene infatti bloccato sull’1-1 dal Montpellier, il Lille esce addirittura sconfitto per 1-2 nel posticipo contro il Reims. Ecco nel dettaglio il riepilogo della 20a giornata di Ligue 1.

PROVE DI FUGA – Prova la prima mini fuga dell’anno il PSG: la capolista, nel più classico dei testacoda, supera 1-2 in trasferta l’Ajaccio e sale a 47 punti in classifica. Gara più ostica del previsto per i parigini, che al 6’ vanno sotto in virtù della rete di Eduardo. I ragazzi di Blanc ci mettono un po’ a carburare, ma sul finale della prima frazione Lavezzi ristabilisce la parità. Nella ripresa a regalare tre punti di platino ai campioni in carica ci pensa Matuidi. Sesto pareggio stagionale per il Monaco, bloccato 1-1 sul campo del Montpellier. Gara soporifera nella prima frazione, più divertente invece nella ripresa. Ci pensa Kurzawa, probabilmente con la spalla, a portare in vantaggio gli uomini di Claudio Ranieri al 52’, ma un quarto d’ora più tardi è Niang, arrivato al Montpellier in prestito dal Milan, a ribattere in rete il penalty che lui stesso aveva malamente calciato addosso a Subasic. Il pari non fa felice nessuno: il Monaco vede allungarsi a cinque la lunghezza di distanza dalla vetta; il Montpellier invece, nonostante il buon risultato contro una squadra molto più accreditata, vede concretizzarsi l’incubo retrocessione: la zona rossa è distante appena un punto. Stecca anche il Lille: i Mastini vengono sconfitti 1-in casa dal Reims e falliscono il sorpasso al Monaco in seconda posizione. La gara si decide nell’ultimo quarto d’ora: Fortes porta in vantaggio gli ospiti al 73′, Krychowiak chiude il match cinque minuti più tardi rendendo inutile l’autorete di Weber a tempo praticamente scaduto.

BENE IL MARSIGLIA, TRIS VALENCIENNES – Dopo il successo per 1-0 sull’Evian di mercoledì scorso nel recupero della 17° giornata, inciampa in un mezzo passo falso il St.Etienne, bloccato 0-0 sul campo della matricola Guingamp. I biancoverdi restano comunque al quarto posto in classifica, ma ora devono guardarsi alle spalle. Dietro infatti incombono Marsiglia e Nantes. L’OM supera in rimonta 1-2 l’Evian e si porta a -2 punti dalla quarta piazza: Sougou illude i padroni di casa al 15′, gli ospiti trovano il pari con Cheyrou poco più tardi e ribaltano il risultato grazie alla rete di Gignac. Bene anche il Nantes: i gialloverdi si impongono 1-0 sul Lorient e tornano alla vittoria dopo gli ultimi due ko di campionato. A decidere il match ci pensa la rete di Bangoura a un minuto dal termine dell’incontro, facendo esplodere di gioia i supporters di casa. Per il Nantes la corsa all’Europa League è una realtà, il Lorient viene invece fermato dopo sette risultati utili consecutivi. Male, malissimo il Bordeaux: i Girondini vengono sconfitti 0-1 in casa dal Tolosa e gettano alle ortiche un’occasione d’oro per continuare il proprio positivo ruolino di marcia. Spajic al 25’ lascia in inferiorità numerica gli ospiti per un fallo plateale, Poundje è ingenuo dieci minuti più tardi quando raggiunge il collega avversario sotto la doccia per un’entrata in area di rigore. Dal dischetto Ben Yedder sbaglia malamente, ma il Tolosa ha comunque il merito di crederci e nella ripresa trova il gol che la allontana definitivamente dalle zone pericolose di classifica con Braithwaite. Dopo due pareggi consecutivi torna alla vittoria il Lione, che supera 2-0 il Sochaux e lo costringe alla sconfitta numero 13 in campionato. Succede tutto nella ripresa: Grenier firma il vantaggio al 57’, Gourcuff chiude i giochi un quarto d’ora più tardi. Scialbo 0-0 nella sfida della parte bassa di classifica tra Rennes e Nizza: i padroni di casa falliscono un rigore con Kadir al 29’, gli ospiti ringraziano ma poi restituiscono il favore al 54’ con l’errore dagli undici metri di bomber Cvitanich. Torna a sorridere il Valenciennes: i biancorossi centrano il secondo successo consecutivo (dopo quello clamoroso pre-natalizio in casa del Monaco) e si portano a un solo punto di distacco dal quartultimo posto, occupato dal Montpellier, che vale la salvezza. Gara subito in discesa per i padroni di casa contro il Bastia: Dossevi, nel giro di due minuti (33’ e 35’) realizza il doppio vantaggio, Waris nella ripresa cala il tris e sembra chiudere il match. Gli ospiti non ci stanno e prima Romaric (71’) poi Ilan (82’) riaprono i giochi, ma il Valenciennes resiste con le unghie e con i denti e conquista un successo per 3-2 vitale in ottica proseguo del torneo.

 RISULTATI E CLASSIFICA – Ecco nel dettaglio il riepilogo della 20° giornata di Ligue 1

08/01 – St.Etienne-Evian 1-0*. 22’ Hamouma (S)  * recupero 17° giornata

10/01 – Montpellier-Monaco 1-1. 52’ Kurzawa (Mon), 68’ Niang (Montp)
11/01 – Ajaccio-PSG 1-2. 6’ Eduardo (A), 41’ Lavezzi (P), 74’ Matuidi (P)
11/01 – Bordeaux-Tolosa 0-1. 53’ Braithwaite (T)
11/01 – Guingamp-St.Etienne 0-0.
11/01 – Lione-Sochaux 2-0. 57’ Grenier (L), 75’ Gourcuff (L)
11/01 – Rennes-Nizza 0-0.
11/01 – Valenciennes-Bastia 3-2. 33’ e 35’ Dossevi (V), 55’ Waris (V), 71’ Romaric (B), 82’ Ilan (B)
12/01 – Nantes-Lorient 1-0. 89’ Bangoura (N)
12/01 – Evian-Marsiglia 1-2. 15′ Sougou (E), 22′ Cheyrou (M), 38′ Gignac (M)
12/01 – Lille-Reims 1-2. 73′ Fortes (R), 77′ Krychowiak (R), 89′ aut. Weber (pro L)

PSG 47 punti; Monaco 42 punti; Lille 40 punti; St.Etienne 34 punti; Marsiglia, Reims e Nantes 32 punti; Bordeaux 31 punti; Lione e Tolosa 28 punti; Lorient 27 punti; Guingamp 25 punti; Bastia e Nizza 24 punti; Rennes 22 punti; Evian 20 punti; Montpellier 18 punti; Valenciennes 17 punti; Sochaux 11 punti; Ajaccio 9 punti.

Matteo De Angelis 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *